Ansia

Si parla di disturbo d'ansia quando la reazione avvisare una persona di una situazione o evento in tempo stressante è l'intensità sproporzionata, eccessiva e persistente nel tempo, o quando una tale reazione è innescata in situazioni che sono percepiti solo come una minaccia da parte della persona egli soffre di tale disturbo. Il trattamento per l'ansia si basa principalmente sulla psicoterapia, ma la durata dipende da ogni paziente. I disturbi d'ansia più comuni e le loro sintomi sono disturbi d'ansia, un permanente stato di stress cronico in cui il soggetto soffre di una preoccupazione e nervosismo eccessivo anche senza causa apparente; disturbi fobici che provoca la persona una paura irrazionale e persistente di un oggetto, attività o situazione, causando loro evitamento (es paura di volare); l'attacco di ansia, crisi di paura ricorrenti senza alcuna causa diretta spontaneamente, provocando estrema ansia con sintomi quali palpitazioni, respiro corto, tremori ...; disturbo ossessivo-compulsivo, quali sono le idee e le azioni irrazionali che il paziente non può non avere o fare per evitare di soffrire di ansia (ad esempio, lavarsi spesso le mani con estrema paura di prendere qualcosa); disordine e reazioni di stress post-traumatico, stress acuto o post-traumatico, caratterizzato da ricordi persistenti, esagerati stato emotivo della vigilanza e la generale riduzione di interesse nelle attività quotidiane.

Questo sito Web utilizza cookie propri e di terzi per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle pubblicità relative alle sue preferenze, nonché per analizzare le sue abitudini di navigazione..