TOPDOCTORS utiliza cookies propias y de terceros para facilitar su experiencia como usuario de nuestra web y captar datos estadísticos mediante el análisis de sus datos de navegación. Si usted continúa con la navegación, entendemos que nos ofrece su consentimiento para el uso de cookies. Puede cambiar la configuración de cookies u obtener más información aquí.

Dr. Jesús Alcaraz Rubio
Ematologia

Dr. Alcaraz Rubio è uno specialista riconosciuto in ematologia con anni di esperienza nella professione. Si tratta di un'area facoltativa di Ematologia e hemoterapia vari ospedali e centri medici. Ha inoltre seguito corsi e ottenuto competenze di ricerca di dottorato. Egli è un esperto in anemia, leucemia linfatica cronica, il morbo di Hodgkin, disturbi della medicina e della coagulazione rigenerative. Egli è un membro del gruppo spagnolo Linfomi e la terapia ematopoietiche Agresivos Geltamo. D'altra parte, è l'autore di molti uso nazionale ed internazionale di piastrine e plasma fattori di elementi di crescita. E 'membro della Società Spagnola di Ematologia e della Società Americana di Ematologia. E 'anche m embro di comitati di revisione scientifici e del comitato editoriale di riviste prestigiose del settore. Egli è l'autore del libro "Medicina Rigenerativa e il segreto di plasma ricco di piastrine," la pubblicazione accademica spagnola. Combina il suo lavoro clinico con l'insegnamento, con gli studenti posizionamento Insegnante in 3 ° medica anno nel soggetto di Patologia Generale, Università Cattolica di Murcia, così come condirettore del vari corsi relativi residenti di specialità e medici specialisti e coordinatore la piattaforma Hematologiasite per lo sviluppo e la diffusione di ematologia tutto il mondo attraverso Wordpress.

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente

Qual è progenitori trapianto di midollo osseo o ematopoietiche trapianto?

Il trapianto di precursori emopoietici, noto come il trapianto di midollo osseo è il trattamento mediante il quale un paziente 's midollo osseo è distrutto, la sostituzione di nuovi precursori emopoietici. Di solito eseguita in pazienti con cancro o malattie congenite del sangue o del midollo osseo. L'obiettivo è quello di rimuovere le cellule malate o difettosi e di introdurre le cellule staminali per la produzione di cellule del sangue sane.

Origine del trapianto di midollo osseo

Il primo trapianto di midollo osseo è stato eseguito da Georges Mathé, un oncologo francese, nel 1958, per cercare di salvare la vita di sei ricercatori nucleari che avevano subito incidenti radiazione alla Vinca Institute nucleare. Sebbene tutti i pazienti sono stati sottoposti rigetto del trapianto, Mathé comprese la necessità di migliorare la procedura di grande potenziale nel campo di immunoterapia.Dopo anni di ricerca, Mathé è riuscito a migliorare la tecnica, diventando il pioniere nell'uso di trapianto di midollo osseo nel trattamento della leucemia. Il trapianto è stato eseguito utilizzando le cellule staminali derivate dal midollo osseo da un team presso il Centro di Ricerca Fred Hutchinson Cancer 1950-1970 E. Donnall Thomas, il cui lavoro è stato poi assegnato il premio Nobel per la Medicina.

 

Perché viene utilizzato trapianto di midollo osseo

Il trapianto di midollo osseo o di progenitori emopoietici purificato viene usato per il trattamento di vari tipi di malattie:- Aplasia midollare- Malattie ereditarie- leucemia- linfoma- ImmunodeficienzeMolti destinatari sono pazienti con mieloma multiplo o leucemia, che non hanno potuto beneficiare di un trattamento prolungato citostatici, o già hanno una resistenza alla chemioterapia. Essi sono anche candidati quei casi pediatrici in cui il paziente ha un grave difetto congenito della colonna vertebrale, come la neutropenia congenita o immunodeficienza combinata, con le cellule staminali difettose, ed i bambini o adulti con anemia aplastica che hanno perso le loro cellule staminali alla nascita.

Altre malattie trattati con trapianti di midollo osseo includono anemia falciforme, sindrome mielodisplastica, neuroblastoma, linfoma, sarcoma di Ewing, piccole cellule tumorali rotonda desmoplastici, malattia granulomatosa cronica o la malattia di Hodgkin.Anche di recente non mieloblativo trapiantare o procedure "mini-trapianto" ha sviluppato che richiedono un minor numero di dosi di chemioterapia e radiazioni preparativo. Ciò ha consentito di estendere a pazienti anziani troppo deboli, insieme ad altri pazienti, considerata la terapia di mantenere tale trattamento aggressivo.

 

Tipi di trapianto di cellule staminali ematopoietiche o di midollo osseo

Dopo diverse settimane di crescita nel midollo osseo, l'espansione delle cellule staminali ematopoietiche e la loro progenie è sufficiente a normalizzare conta delle cellule del sangue e ripristinare il sistema immunitario.

A seconda della fonte di cellule staminali, sappiamo quanto segue:1) autologoQuesto tipo di procedura utilizza precursori ematopoietici dello stesso paziente riceverà il trapianto. Come le cellule trapiantate sono prese dal tessuto osseo e danneggiati, molti protocolli utilizzano alcune tecniche di scegliere le cellule sane da restituire al paziente. Questo processo può richiedere farmaci o anticorpi progettati per rimuovere alcuni tipi di cellule o spurgo osseo delle cellule neoplastiche.

Per eseguire questa terapia di estrazione (aferesi) di cellule staminali ematopoietiche e il paziente è tenuto a conservare le cellule raccolte in un congelatore. Dopo che il paziente viene trattato con alte dosi di chemioterapia con o senza radiazioni, con l'intento di eliminare le cellule maligne e determina l'ablazione totale o parziale del midollo osseo (distruzione della capacità di produzione di nuove cellule nell'osso osso). Successivamente sani progenitori ematopoietici sono restituiti al sangue del paziente, sostituendo il tessuto distrutto e riprendere la produzione normale tutte le serie ematologica.

Il trapianto autologo ha il vantaggio di avere un minor rischio di sviluppare un'infezione nella parte immunocompromessi di trattamento, in quanto il recupero della funzione immunitaria è rapida. Inoltre, l'incidenza di pazienti che rifiuto è raro, perché la donazione e la ricezione è lo stesso individuo. Questi vantaggi sono stati considerati dagli esperti in ematologia trapianto autologo come un trattamento standard per malattie come linfomi. Tuttavia, per gli altri la leucemia mieloide acuta, aumentando la probabilità di recidiva rende modalità allogenico è scelto.

2) allogenicoQuesto tipo di trapianto utilizza precursori emopoietici prelevato da un donatore diverso al destinatario. Questo trapianto è, a sua volta, diverse varietà, a seconda del donatore e il sistema di somiglianza Human Leukocyte antigeni (HLA). È importante riconoscere che tipo di trapianto parla, in quanto sia l'utilità ei risultati variano da uno all'altro. Quando il donatore è un fratello gemello identico è chiamato trapianto singenici. Tuttavia, quando il donatore è un fratello HLA è chiamato allogenico HLA-identici. Nel caso in cui il donatore è un membro della famiglia che condivide un unico aplotipo del sistema HLA è chiamato il trapianto aploidentico può essere un parente chiunque (padre, madre, fratelli, cugini) che condividono solo la metà dei geni coinvolti nel sistema HLA. Se il donatore è un trapianto di donatore non è chiamato donatore non consanguineo.

Trapianti che coinvolgono un donatore e ricevente sono geneticamente identici non sempre associate a differenze HLA tra trapianto e di accoglienza. In questi casi, il sistema immunitario trapiantato riconosce come cellule e attacchi recettore HLA antigeni estranei. Pertanto è necessario selezionare donatori massimizzare la quantità di antigeni HLA condivisi da donatore e ricevente. antigeni HLA sono ereditati in maniera mendeliana, così spesso è una famiglia che condivide i geni HLA. Se vi è un donatore correlato compatibile può cercare sì compatibile donatore HLA estraneo.

trapianti allogenici eseguiti utilizzando anche il sangue del cordone come fonte di cellule staminali. In generale, dal trapianto di cellule staminali sane del sistema immunitario del ricevente, trapianti di cellule staminali emopoietiche allogeniche sembrano aumentare le possibilità di guarigione o remissione a lungo termine.

 

Fonte di progenitori emopoietici

- Il midollo osseoIl midollo osseo è stata la prima fonte di cellule staminali trapiantate. Come già detto, questo tipo di trapianto è fatto con cellule prelevate direttamente dal midollo osseo del donatore, di solito aspirato dalle creste iliache attraverso un grande ago che raggiunge il centro dell'osso. La tecnica viene eseguita in anestesia generale.

- Il sangue perifericocellule ematopoietiche possono essere raccolte dal sangue del donatore utilizzando un processo chiamato aferesi. Prima del trapianto, il donatore è stimolata da iniezioni di fattore stimolante le colonie di granulociti (G-CSF) per produrre e mobilitare più precursori emopoietici. Ottenere o raccogliere il donatore viene fatto attraverso un ago inserito in una vena nel braccio collegato ad una macchina che raccoglie le cellule da trapiantare. Il sangue rimanente viene restituito al donatore.

- Sangue del cordone ombelicaleIl sangue del cordone ombelicale contiene cellule staminali che possono essere trapiantate separazione delle cellule ematopoietiche dopo il resto del tessuto (o Lin- CD34 +). I trapianti con sangue del cordone non richiedono tanto la compatibilità tra donatore e ricevente. Tuttavia, il basso numero di cellule in ciascun cavo rende l'uso di un singolo donatore al trapianto in un adulto o giovanile è difficile. Talvolta sangue del cordone da due donatori differenti al numero di cellule trapiantate utilizzato è sufficiente.Si ottiene quando una madre dona cordone ombelicale del suo bambino e la placenta dopo il parto. Il sangue del cordone ha una maggiore concentrazione di progenitori emopoietici che circolano nel sangue di una persona adulta. Tuttavia, la piccola quantità di sangue da un cordone ombelicale (solitamente 50 ml) lo rende adatto per il trapianto nei bambini che negli adulti. Nuove tecniche che utilizzano unità ex-vivo di sangue del cordone ombelicale o l'uso di due unità di sangue del cordone di espansione diversi donatori, permettono questo tipo di trapianto può essere utilizzato negli adulti.

- condizionataNella maggior parte dei casi è necessario eliminare progenitori già presenti nel midollo osseo del destinatario. Durante questo processo, chiamato condizionata, chemioterapia ad alte dosi e / o radioterapia per distruggere tutto il midollo osseo del paziente, al fine di uccidere le cellule tumorali, prevenire il rigetto del trapianto sono utilizzati, e lasciare spazio per l'innesto. schemi comuni includono alcuni farmaci.Condizionata lascia il paziente senza immunitario e in grado di produrre sistema di rosso sangue, in modo da non morirà trasplantase se un nuovo osso. terapie tossiche che vengono utilizzati in questo processo può danneggiare una varietà di tessuti e sono associati a complicanze quali polmonare e disturbi neurologici e un più alto rischio di cancro in futuro.In immunodeficienze gravi, il sistema immunitario del ricevente è già debole sufficiente per il trapianto può essere eseguita senza preparazione.

- PrendimientoSubito dopo il trapianto, le cellule staminali trapiantate sono alloggiati nelle ossa e cominciano a ricostituire tessuti ematopoietici del paziente. Questo processo, noto come attecchimento, avviene per alcune settimane (solitamente tra il giorno 15 e 21) dopo dopo l'impianto. Rigetto del trapianto può impedire l'accensione e lasciando il paziente senza funzione ematopoietiche sufficiente.

 

A cura di Patricia Crespo Pujante

Ematologia presso Murcia
Fonte: Articolo redatto in base all’esperienza e alla carriera del medico

Publicado por: Patricia Pujante Crespo

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione