TOPDOCTORS utiliza cookies propias y de terceros para facilitar su experiencia como usuario de nuestra web y captar datos estadísticos mediante el análisis de sus datos de navegación. Si usted continúa con la navegación, entendemos que nos ofrece su consentimiento para el uso de cookies. Puede cambiar la configuración de cookies u obtener más información aquí.

Dr. Jesús Alcaraz Rubio
Ematologia

Dr. Alcaraz Rubio è uno specialista riconosciuto in ematologia con anni di esperienza nella professione. Si tratta di un'area facoltativa di Ematologia e hemoterapia vari ospedali e centri medici. Ha inoltre seguito corsi e ottenuto competenze di ricerca di dottorato. Egli è un esperto in anemia, leucemia linfatica cronica, il morbo di Hodgkin, disturbi della medicina e della coagulazione rigenerative. Egli è un membro del gruppo spagnolo Linfomi e la terapia ematopoietiche Agresivos Geltamo. D'altra parte, è l'autore di molti uso nazionale ed internazionale di piastrine e plasma fattori di elementi di crescita. E 'membro della Società Spagnola di Ematologia e della Società Americana di Ematologia. E 'anche m embro di comitati di revisione scientifici e del comitato editoriale di riviste prestigiose del settore. Egli è l'autore del libro "Medicina Rigenerativa e il segreto di plasma ricco di piastrine," la pubblicazione accademica spagnola. Combina il suo lavoro clinico con l'insegnamento, con gli studenti posizionamento Insegnante in 3 ° medica anno nel soggetto di Patologia Generale, Università Cattolica di Murcia, così come condirettore del vari corsi relativi residenti di specialità e medici specialisti e coordinatore la piattaforma Hematologiasite per lo sviluppo e la diffusione di ematologia tutto il mondo attraverso Wordpress.

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente

Complicanze e tasso di successo a trapianto di midollo osseo

Il trapianto di precursori emopoietici o trapianto di midollo non è priva di alcuni rischi o complicazioni per il visivamente compromessa o malattie ematologiche, ma ci sono quasi tutti i rischi per il donatore. I progressi nella Ematologia hanno fatto complicazioni per il ricevitore sono ridotti al minimo e il tasso di successo è superiore. Quindi gli esperti Ematologia incoraggiare le persone a donare il midollo osseo, in quanto è la fonte di vita per molti pazienti.

Complicazioni di trapianto di midollo osseo

I trapianti di precursori emopoietici non è privo di effetti collaterali. L'ordine principale della frequenza, sono:

- infezioneIl trapianto di midollo osseo di solito richiede che il nucleo del beneficiario, viene distrutto ( "mieloablativa"). Prima che i pazienti "innesto" può andare diverse settimane senza sufficienti globuli bianchi per aiutare a combattere le infezioni. Questo pone il paziente ad aumentato rischio di infezione, nonostante gli antibiotici.I dipendenti di agenti immunosoppressivi trapianti allogenici per la prevenzione o il trattamento della malattia GVHD aumenta ulteriormente il rischio di infezioni opportunistiche. Farmaci immunosoppressori vengono somministrati per almeno 6 mesi dopo il trapianto, o più, se necessario, per il trattamento di malattia da trapianto contro ospite. I pazienti trapiantati perdono la loro immunità acquisita. Per questo motivo, i pazienti trapiantati devono essere nuovamente vaccinati una volta completato il modello di trattamento immunosoppressivo.

- emorragiaIl midollo osseo produce piastrine, che sono frammenti cellulari che si attaccano nelle regioni dove ci sono le ferite dei vasi sanguigni, per limitare la perdita di sangue. La distruzione delle cellule che producono piastrine provoca grave emorragia più probabile. Pertanto, molti pazienti necessitano di trasfusioni di piastrine durante i immediati giorni post-trapianto.

- Veno-occlusiva Diseasegrave danno epatico può derivare da malattia veno-occlusiva (VOD). Elevati livelli di bilirubina, aumento delle dimensioni del fegato o milza e ritenzione di liquidi sono caratteristiche cliniche di questa malattia. E 'tipico dei trapianti allogenici. un danno cellulare generalizzata e ostruzione dei seni venosi epatica deve essere. I casi gravi sono associati con un alto tasso di mortalità. terapia anticoagulante può essere efficace nel ridurre la gravità di VOD, ma può anche aumentare complicanze emorragiche. E 'stato dimostrato che vi è un farmaco che aiuta a prevenire VOD, facilitando il flusso della bile.

- mucositeLe lesioni del rivestimento della bocca o mucosite è una complicanza comune di trapianti di cellule staminali ematopoietiche. Di solito non è mortale, ma doloroso, e non ha permesso di mangiare o bere. Mucosite è trattata con farmaci per il dolore, più infusioni endovenose di liquidi per evitare la disidratazione e la malnutrizione. E 'inoltre trattata con terapia laser, che allevia il dolore e permette al paziente di mangiare cibo. A volte il freddo, l'effetto vasocostrittore che previene la comparsa di mucosite, per cui i pazienti sono invitati a mangiare il gelato.

- Graft-versus-host diseaseLa malattia da trapianto contro ospite (GVHD) è una caratteristica processo infiammatorio del trapianto allogenico. Si tratta di un attacco di "nuove" cellule del sistema immunitario dal midollo osseo contro i tessuti del ricevente. Questo può accadere anche se il donatore e il ricevente sono HLA identico perché il sistema immunitario può ancora riconoscere le altre differenze tra i loro tessuti. Alte dosi di corticosteroidi, come il prednisone, sono il trattamento standard. Tuttavia, questo trattamento immunosoppressivo spesso porta a infezioni fatali. La malattia del trapianto contro l'ospite cronica può anche svilupparsi dopo trapianto allogenico. E 'la principale fonte di complicanze correlate al trattamento in ritardo, anche se di solito non fatale. Inoltre infiammazione, può portare allo sviluppo di fibrosi, sclerodermia simile, in quanto può causare disabilità funzionale e richiede un trattamento immunosoppressivo prolungato. La GVHD solito mediata da cellule di tipo linfociti T, che reagiscono con peptidi stranieri o antigeni provenienti da diversi tessuti del ricevente.

 

Graft-versus - tumore

Il graft-versus-tumore (GVT) o "trapianto contro la leucemia" è l'aspetto benefico del trapianto contro ospite fenomeno. Ad esempio, i pazienti con trapianto acuta versus host disease o cronica ospitare particolare dopo il trapianto allogenico tendono ad avere un minor rischio di recidiva del tumore. Questo perché un terapeutici reazione d linfociti T del donatore immunitarie contro il midollo osseo malata del destinatario.Il GVT è il principale vantaggio dei trapianti che non impiegano i più alti regimi immunosoppressivi. Il trapianto contro tumore è soprattutto utile in malattie che progrediscono lentamente, come la leucemia cronica, bassa linfoma grado e, in alcuni casi, mieloma multiplo. Tuttavia, è meno efficace nelle leucemie acute, data la sua rapida capacità di espansione e crescita cellulare. Se nessuna recidiva di cancro dopo un primo trapianto, un nuovo impianto può essere eseguita con l'infusione al paziente una maggiore quantità di globuli bianchi (linfociti T) di sangue da donatori.

 

trapianto di midollo osseo Previsione

La prognosi varia notevolmente a seconda del tipo di malattia, lo stadio, la fonte di cellule staminali, la compatibilità HLA e regime di condizionamento. Trapianti offre la possibilità di cura o remissione a lungo termine se può sopravvivere al trapianto intrinseca versus host disease, terapia immunosoppressiva e lo spettro di complicanze infezioni. Negli ultimi anni, i tassi di sopravvivenza sono gradualmente migliorate. La mortalità allogenico stimata intorno al 35-40%, più basso per quelli con trapianti più lievi regimi ablativi, chiamato anche mini-allotrapianto (circa il 15%). La mortalità per i trapianti autologhi è bassa, circa il 5% della stessa.

 

I rischi per i progenitori emopoietici donatore

I rischi per il donatore sono minime, e si deve tenere a mente che è l'unico trapianto permetterebbe lo stesso donatore di donare più volte, come genitori o osso donato rigenerano in 10-15 giorni. Sì, può sembrare dolore lieve o ecchimosi al sito di puntura e, talvolta, febbricola che perfettamente antipiretici quando viene somministrato il fattore stimolante le colonie di granulociti o citostatici, per passare a periferiche progenitori ematopoietici sangue.Ecco perché gli esperti di ematologia incoraggiano tutte le persone a donare midollo osseo o ematopoietiche progenitori, in quanto è la fonte di vita per molti pazienti.

 

A cura di Patricia Crespo Pujante

Ematologia presso Murcia
Fonte: Articolo redatto in base all’esperienza e alla carriera del medico

Pubblicato da: Patricia Pujante Crespo

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione