Porpora trombocitopenica immune nei bambini (PTI)

Autore: Roser Bernés Ubasos
Pubblicato: | Aggiornato: 14/10/2017 05:15
Fonte: Articolo redatto in base all’esperienza e alla carriera del medico

Quando eseguiamo un semplice esame del sangue in grado di distinguere tre tipi principali di cellule: globuli rossi, globuli bianchi o leucociti e piastrine. Quando un paziente è segnalato per avere l'anemia, si capisce che il numero, la quantità, o il colore e le dimensioni dei globuli rossi sono inferiori ai limiti considerati normali. Quando richiesto, qualcosa di meno comune, che ha una leucopenia, gli specialisti fanno sì che i globuli bianchi sono anche al di sotto di quello che è considerato normale. Infine, questo è ciò che viene discusso in questo articolo, quando le piastrine sono basse dire che il paziente ha trombocitopenia o trombocitopenia, che può essere percepito come una porpora (macchie rosse), emorragica purpurica (viola) trombocitopenica o sanguinamento dal naso, o comunemente chiamati cardinali.

 

trombocitopenia Caratteristiche di trombocitopenia

Dopo aver preso questi semplici concetti, si dovrebbe chiarire che trombocitopenia immune nei bambini è relativamente frequente, a volte ostentata, di solito corso breve e completa guarigione fino al 90% dei casi. Non più del 10 - 20% diventa cronica, cioè, supera il tempo e considerato 12 mesi. Di solito, questo cronicità è più comune nei bambini più grandi, adolescenti e adulti.

Il termine "immune" si riferisce a qualcosa di non facilmente comprensibile da parte del paziente, vuol dire che in qualche modo, il corpo reagisce in modo anomalo, cioè difende qualcosa che sta accadendo nelle loro piastrine nel vostro corpo; in qualche modo lottare contro se stesso uccidendo e portando a manifestazioni appariscenti.

Quando un bambino, la comprensione di età inferiore a 15 a 18, ha una conta piastrinica inferiore al limite (attualmente riconosciuto come normali 100.000 piastrine per mm3), si parla di porpora trombocitopenica immune.

 

Porpora trombocitopenica immune

Di solito questa malattia è presente nel 80% dei casi di acuta, e non è per niente strano che il bambino, questa cifra è addirittura al di sotto 10.000 o 20.00 mm3. Che cosa succede? perché questo piccolo o giovane adolescente, sarà andare il pediatra e la famiglia in questione ha apprezzato manifestazioni a livello della pelle o delle mucose aspetto emorragico con: pelle sacra, il naso (epistassi), sacra a volte dispositivo di livello digerente o accertamento o l'osservazione della comparsa di urine rosso più concentrato o più. Gli ultimi tre valutazioni sono estremamente rari. In genere, andare al pediatra da lividi (cardinali comuni terminologia medica) più o meno grandi, diffusi e sanguinamento dal naso o gengive.

In assenza di altri sintomi e la storia revisione prossimi due o tre settimane, dove febbrile tipo virus influenzale o no, vengono rilevati un apporto di qualsiasi farmaco, con un potenziale possibilità di tossicità per le cellule del nostro corpo; e in assenza di febbre inspiegabile o altre alterazioni, l'obbligo minimo in quel momento è di effettuare un semplice esame del sangue in cui sono valutati il ​​numero di globuli rossi, globuli bianchi, piastrine e l'aspetto morfologico di queste cellule, cioè, apparenza e normale o tre tipi di cellule in circolazione nel primo conteggio paragrafo.

 

trombocitopenia

Nel caso di trombocitopenia, tutto ciò che verrà modificato è il basso numero di piastrine, quale ingresso sarà confermare la diagnosi di sospetta questa entità e consentire regola malattie più o meno gravi che comportano una spiegazione, comportamento e molto diversa prognosi.

L'unica seria e grave, la vera preoccupazione in questo problema dell'età trombocitiopenia è il potenziale rischio di manifestazione emorragica a livello delle strutture vitali del nostro corpo. In questo caso, nel cervello e sempre sarà indicato come fattore prognostico, ma può anche valutare la sua incidenza non supera 0,1 a 0,2% di trombocitopenia e, anche nel caso in cui è manifesto, interventi urgenti misure di sostegno precoce potrebbe evitare conseguenze indesiderate.

Oltre l'80% dei casi di questa malattia sono acute, cioè si verificano bruscamente in due, tre o quattro giorni e scompaiono; risolve anche acutamente in meno di sette giorni e sei a dodici mesi, ma già nei tassi di piastrine, che combinano l'attività vitale normale del bambino, superiore a 50.000 mm3, e la comprensione che i rischi di complicanze sono praticamente nulle .

 

Il trattamento della trombocitopenia

prestazione clinica e dal punto di vista del trattamento di questa malattia nei bambini prima che la malattia è chiara, specifica e il protocollo. A seconda del numero di piastrine, i sintomi che il bambino, manifestazioni a secco, ematomi (lividi), macchie rosse, petecchie, etc. e più di 10.000 mm3 piastrine, l'atteggiamento è spesso "aspettare e vedere", cioè, aspettare e vedere. La maggior parte dei casi si risolvono senza alcun approccio terapeutico. Se le manifestazioni sono bagnate, epistassi, sanguinamento delle gengive, tratto intestinale urinario, tra gli altri, e la conta delle piastrine è inferiore a 20.000 mm3, l'atteggiamento sarà la somministrazione di gammaglobuline, vale a dire la difesa contro il problema è la produzione, o corticosteroidi, farmaci che servono per fortuna molti trattamenti nella pratica medica.

Se la malattia e le sue manifestazioni sono gravi con l'impegno di vitale importanza, tutte le terapie, tutto il trattamento è utile, dal momento che cortoicoesteriodes, gammaglobuline, trasfusione di piastrine di eseguire la splenectomia, cioè togliere la milza, dove di solito distruggere le piastrine normali .

Ci e recentemente commercializzato orale trattamenti farmacologici stimolante le colonie di formazione delle piastrine che risolvono, in molti casi, i pazienti con malattia refrattaria cronica o, cioè, non risponde a nulla, devono essere periodicamente verificati negli ospedali e sono fortunatamente sempre meno frequenti.

 

A cura di Roser Berner Ubasos.

Pediatria presso Navarra
*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Dr. Javier Molina Garicano
Pediatria

L'eminente Dr. Molina Garicano è l'attuale capo della sezione di cura di Pediatria dell'Ospedale di Navarra dal 2013. I suoi più di 40 anni come uno specialista in pediatria e la sua vasta esperienza nella diffusione della conoscenza, sono come un punto di riferimento professionale. Corso di laurea di Medicina e Chirurgia presso la Facoltà di Medicina dell'Università di Navarra nel 1974, ha studiato diversi corsi di dottorato su diversi settori legati alla pediatria. Attualmente unisce il suo lavoro clinico con l'insegnamento, essendo un assistente professore di lezioni pratiche presso la Facoltà di Medicina dell'Università di Navarra. Partecipa anche a numerose conferenze, riunioni e conferenze legate alla loro specialità e autore di numerosi articoli e capitoli di libri pubblicati a livello nazionale e internazionale. numerario aziende nazionali ed internazionali di oncologia, ematologia e reumatologia pediatrica come, ad esempio, la Società Nazionale di Oncologia Pediatrica, dove ha servito come segretario nazionale tra il 1985 e il 1991. Di recente è stato nominato membro onorario della Associazione membro spagnolo Pediatrics. I suoi successi professionali includono, per esempio, il Premio Comunicazione "Conservazione della funzione ovarica nelle donne a rischio di insufficienza ovarica" ​​riportati nella XXXIII Congresso Nazionale della AEP a Saragozza nel 2011.

 

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


TOPDOCTORS utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la sua esperienza come utente nella nostra web e raccogliere dati statistici attraverso l'analisi dei suoi dati di navigazione. Se prosegue con la navigazione, ci dà il consenso all'uso dei cookie. Può modificare la configurazione dei cookie o trovare maggiori informazioni qui.