Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continua Politica dei cookies

Por Dr. Antonio Martín Duce
Chirurgia generale

Si tratta di un fattore invisibile per la chirurgia della tiroide e delle paratiroidi, ha ricevuto un premio speciale per il suo dottorato. Ha oltre 20 anni di esperienza e ha formato negli ospedali del Regno Unito, Francia e Stati Uniti, tra gli altri paesi. E 'membro di numerose società scientifiche e fondatore dell'Associazione Spagnola di pazienti con obesità patologica (AEEOM). Attualmente, la query va Nisa Aravaca Hospital. Egli è anche professore di Fisiopatologia.

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente

Chirurgia della tiroide

La tiroide è un piccolo organo con funzione ormonale situata nella parte anteriore del collo. Le malattie più comuni della stessa sono (tiroidite) infiammatoria, quelli provenienti dalla sua maggiore funzione ormonale (ipertiroidismo) o diminuire (ipotiroidismo) e tumori, sia benigni e maligni (noduli tiroidei).

In generale, sia la tiroidite eventuali noduli benigni sono fisiologici e piccoli trattamenti medici da un endocrinologo, che indica la chirurgia in alcuni casi specifici. In circostanze di noduli con una crescita, causando sintomi di compressione locale o aumentare ragionevole dubbio di malignità, è indicato l'intervento chirurgico. In tutti i casi di certezza della chirurgia malignità è anche indicato come trattamento di prima linea.

Il trattamento chirurgico dipende dalla patologia di intervenire e può consistere la rimozione di una parte o della tiroide del lobo, a destra oa sinistra (tiroidectomia) o ghiandola in pieno (tiroidectomia totale). A volte, per ridurre l'incidenza di alcune complicazioni possono lasciare alcuni piccoli resti della ghiandola (tiroidectomia subtotale totale o quasi).

In risultati generali, e chirurgiche a medio termine, di tutte le malattie della tiroide sono molto soddisfacenti. Riguardo complicazioni nel periodo postoperatorio, l'avanzamento permanente della medicina e la frequenza di queste malattie ha portato ad una graduale diminuzione della mortalità chirurgica anche figure inferiori a 1%. Per quanto riguarda la morbilità rimane come la funzione principale della mancanza di nervi ricorrenti che implica un cambiamento, temporaneamente o permanentemente, il timbro della voce e livelli decrescenti di calcio, di solito temporanea, per mancanza di attività ghiandole paratiroidi. Il verificarsi di queste complicazioni può essere dovuto a diversi fattori quali la dimensione della tiroide, una storia di precedente chirurgia cervicale o la presenza di una lesione maligna. Un quarto fattore è l'esperienza del chirurgo, se del caso, può ridurre fino al 50% del numero di casi, oltre a ridurre il tempo chirurgico. La complicanza più grave durante il periodo postoperatorio immediato è il sanguinamento nella regione cervicale colpita che potrebbero richiedere un intervento chirurgico immediato per evitare i sintomi di compressione tracheale. Anche se molto rara, la potenziale gravità richiede una stretta osservazione durante le prime 8-12 ore dopo l'intervento, essendo sospeso da 24 ore dopo l'intervento.

In conclusione, come per qualsiasi intervento chirurgico, una valutazione preoperatoria completa per valutare i fattori di rischio del paziente, sia specifici e patologia di intervenire, è la migliore prevenzione delle complicazioni future. Chirurgicamente, l'esperienza del team sarà cruciale nella riduzione, non completo annullamento. Dopo l'intervento, stretto controllo clinico e analitico aiuterà a diagnosticare presto la maggior parte di loro, che ridurrà al minimo ulteriori conseguenze che ne derivano.

Chirurgia generale a Madrid
Fonte: articolo redacttato sulla base dell'esperienza e della carriera professionale del medico
*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione