Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continua Politica dei cookies

Por Dr. Jaume Tufet Opi
Medicina estetica

Medico con completa, premiato curriculum accademico, la sua grande esperienza lo ha portato ad avere una propria clinica. Lui è un esperto riconosciuto nel corpo ascensore radiofrequenza, lifting RF e ultrasuoni focalizzati.

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente

Pesce, la chiave per una dieta sana

Da quando è stato osservato che le malattie cardiovascolari in cui -la eschimesi consuma grandi quantità di grassi erano significativamente più bassi marinaio origine in lingua danese, numerosi studi epidemiologici che mostrano gli effetti positivi del consumo di acidi grassi polinsaturi della serie sono stati fatti acido omega-3, soprattutto eicosapentaenoico (EPA) e docosaesaenoico (DHA). E, oltre ai vantaggi di questi grassi, ricordare che il pesce è una buona fonte di proteine, vitamine e minerali.

 

proteina

Il contenuto proteico di pesce varia tra il 10 e il 27% e varia da una specie all'altra, anche in base all'età, al momento della cattura e posizione geografica. Il muscolo pesci differisce da quella degli animali terrestri per essere più digeribili e metabolizzato efficace, più del 80%, in modo che l'utilizzo nutrizionale del pesce è molto elevata. Ricordare che le proteine sono la componente principale delle cellule, in aggiunta a fornire energia, hanno la funzione di costruire e riparare le strutture del corpo.

 

grassi

D' l' altra mano, grassi sono parte delle membrane cellulari, trasportando vitamine liposolubili, contengono acidi grassi che gli esseri umani non possono sintetizzare (essenziale) contribuisce anche grasso al appetibilità della dieta ed è coinvolta nella regolazione della concentrazione lipidi plasmatici.

E prodotti del mare sono una ricca fonte di acidi grassi omega-3, in particolare eicosapentaenoico (EPA), che è ipotensivo e antitrombotica, docosapentaenoico (DPA), con funzioni simili a l'EPA, e l'acido docosaesaenoico (DHA), considerato agente antitumorale.

Per quanto riguarda l'Omega 3 DHA è relativa a salute del cervello durante tutti i periodi della nostra vita, è fondamentale per il corretto neurale e sviluppo visivo in tempi di crescita e di mantenere la loro in età adulta.

Per quanto riguarda la omega-3 EPA è un potente antinfiammatorio competendo con acido arachidonico (omega 6) contrastando il potenziale infiammatorio.

Così, l'assunzione di pesce (in particolare grassi) bilancia il rapporto tra Omega 6 / Omega 3 si trova attualmente 15/1 -nel mondo occidentale, una situazione che favorisce la produzione di eicosanoidi infiammatori, quindi dovremmo avvicinare 1/1 , che era di origine umana.

 

minerali

Il pesce è una fonte di minerali come calcio, fosforo, sodio, magnesio, ferro, zinco, selenio, rame e soprattutto iodio. Di questi, il selenio è forse non così ben noto, ma che è un antiossidante efficace che aumenta l'attività della vitamina E. Ad esempio, glutatione perossidasi, un potente enzima antiossidante endogena contiene selenio. E in prodotti del mare concentrazione media di selenio è 40μg / 100 g, in modo che 200 g di pesce coperti dal 150% del fabbisogno giornaliero raccomandato. Fondamentale è anche lo iodio, una componente essenziale degli ormoni tiroidei, che a sua specie marine , in particolare crostacei e crustáceos- contenente 100 ug / 100g, in modo tale che 200 grammi di pesce coprire le esigenze quotidiane di iodio.

 

vitamine

Le vitamine sono divisi in solubili e solubili in acqua e pesci contengono i due gruppi. Il pesce grasso contiene più vitamina A e D di magra perché plancton marino è molto ricca di carotenoidi che vengono convertiti in vitamina A, una vitamina che di solito è concentrata nel fegato del pesce.

In aggiunta, il pesce è la principale fonte di vitamina D nella nostra dieta. La concentrazione media variava 200-600 UI / 100 g, anche se nel pesce grasso può essere realizzato 1500UI / 100g. Per avere un'idea, la dose raccomandata è di 200 UI / die nei bambini sotto i 50 anni e 400 UI / die più di 50. Nelle donne anziane, per prevenire la frattura dell'anca, l'ammontare sale a 800UI / giorno.

Possiamo concludere quindi che pesci marini e prodotti in genere sono di grande interesse in una dieta sana. Detto questo, il nostro consiglio è quello di dare la priorità specie di pesci di piccole dimensioni ai predatori, dal momento che non si nutrono di altri pesci si accumulano metalli meno pesanti quali piombo, cadmio e mercurio. E, quando possibile è necessario evitare i pesci d'allevamento.

Medicina estetica a Barcelona
Fonte: articolo redacttato sulla base dell'esperienza e della carriera professionale del medico
*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione