3 punti sulla pertosse

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 10/10/2017 06:53
Fonte: Articolo redatto in base all’esperienza e alla carriera del medico

Pertosse (o tosse convulsa) tosse è una malattia infettiva che, purtroppo, l'incidenza è aumentata quest'anno, causando morti nei neonati e nei bambini. Questa malattia è molto simile al raffreddore comune, in quanto si trasmette attraverso tosse e starnuti.

I sintomi della pertosse

In una prima fase, i sintomi principali sono naso che cola, tosse e febbre di solito lieve, della durata compresa tra uno e due settimane, come molti raffreddori. Tuttavia, nelle ultime due settimane, è passati a una fase di rapido deterioramento che provoca una rapida tosse, dispnea, vomito e stanchezza estrema.

Nel caso dei bambini, che di solito non hanno molta tosse, ma possono avere apnea (smette di respirare). Pertosse in questa fase di solito dura otto settimane e si risolve tosse diminuendo lentamente.

 

La diagnosi di pertosse

Poiché pertosse è una malattia ben nota è facile da diagnosticare. Nel caso in cui il paziente ha i sintomi di cui sopra, vi consigliamo di visitare la specialista in otorinolaringoiatria per esaminare e prelevare campioni di liquido nasofaringeo per analizzare i batteri responsabili di questi sintomi.

 

Trattamento e prevenzione della pertosse

Pertosse viene trattata con antibiotici (indicato per le infezioni causate da batteri intracellulari). Il trattamento prima parte, i risultati migliori.

Per quanto riguarda la prevenzione, ci DTaP, un vaccino contro la pertosse, difterite e tetano è obbligatoria ed è nel programma di immunizzazione infantile di tutte le comunità autonome. Questo vaccino viene somministrato in tre dosi (a due, quattro e sei mesi), una dose di richiamo tra i 15 ei 18 mesi e altri sei anni. Si raccomanda inoltre dosa ogni 10 anni per mantenere l'immunità. Anche se il vaccino non garantisce una protezione al 100% sì che mitiga i sintomi in caso di infezione.

Nel caso dei bambini, in quanto non ricevono il primo vaccino a due mesi, si raccomanda che le donne incinte essere vaccinati quando sono tra i sette e gli otto mesi di gestazione. Così, il bambino sarà protetto ed evitare gravemente malati.

Otorinolaringoiatria presso Granada
*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Dr. Juan García-Valdecasas Bernal
Otorinolaringoiatria

Dr. Garcia-Valdecasas Bernal ha ricevuto il dottorato in medicina con eccezionale Cum Laude, specializzato in Otorinolaringoiatria e Patologia cervico a Granada nel 2007. Ha lavorato come insegnante e docente di pratiche a livello universitario, e come ricercatore presso l'Ospedale Universitario San Cecilio de Granada. Ha completato la sua formazione all'estero, in particolare in Hannover MHH chirurgia otologica e chirurgia laser della laringe a Parigi. Inoltre, il medico è un membro della Associazione spagnola di Audiologia (AEDA) dal 2013. Ha realizzato più corsi in tutto lo stato.

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


TOPDOCTORS utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la sua esperienza come utente nella nostra web e raccogliere dati statistici attraverso l'analisi dei suoi dati di navigazione. Se prosegue con la navigazione, ci dà il consenso all'uso dei cookie. Può modificare la configurazione dei cookie o trovare maggiori informazioni qui.