Vivere con il diabete

Autore: Dra. Pilar Martín Vaquero
Pubblicato:
Editor: Top Doctors®

Chiunque con diabete dovrebbe prendersi cura della loro malattia in modo globale. Questa frase può sembrare un cliché, ma detiene l'intero fondo del problema del diabete. Se non fai le cose per bene, la malattia che ti succede, nel corso del tempo la ricezione indiscutibilmente. E poiché scarsamente controllato malattia prevenzione del diabete non esiste (se non in fase avanzata) è molto facile per minimizzare il problema e non vogliono vedere che si è diabetici e deve stare attenti. Quindi è essenziale per il processo educativo dall'inizio. Dico sempre ai miei pazienti: dobbiamo tracciare una via d'uscita che automatices e si integrare nel vostro modo di vivere, in termini di orari, i pasti, i dosaggi dei farmaci (insulina non solo) l'esercizio per essere eseguito, il comportamento di malattia, ferie ... in poche parole: come vivere con il diabete, mentre conforme al concordato l'80% delle volte.

Se poi non arriva il giorno ed a volte è impossibile seguire concordato, ma se avete ben tracciato che il percorso sarà facile tornare in pista e il controllo è assicurato. Anche se molte persone sono sopraffatti pensare che non sono in grado di imparare tutto ciò che è necessario, quindi parlo la similitudine della patente di guida: il primo giorno si indossa per un volantino sembra impossibile soddisfare contemporaneamente la strada, specchi ai piedi ... e poi si è alla guida senza pensare, automaticamente. Essa deve elaborare una persona con la malattia del diabete: si deve imparare a essere controllata automaticamente e ragazzo hanno fatto ad ottenere esso ! anche se la perfezione non esiste. E se controllato, complicazioni e rischi sono ridotti al minimo.

Nonostante tutto questo il paziente è spesso preoccupante soprattutto se si non si può condurre una vita normale. Dovendo adattarsi a una pianificazione, controllare ciò che si mangia, essere consapevoli della glicemia ... sono preoccupazioni che si aggiungono alla inquietudine sul punto di perdere la salute. Perciò, l'educazione e l'assimilazione automatizzata di un modo di procedere senza questa vostra psiche soffre, è l'approccio più intelligente. E 'che da quando si ha il diabete, "afferrare il toro per le corna", imparare a fare le cose per bene e rilassarsi. Tenere lontano tutto va bene e lo spettro di complicanze maggiori.

 

Diabete, le nuove tecnologie e progressi

Oggi in considerazione anche le nuove tecnologie che facilitino il controllo glicemico, migliorare la qualità della vita e vi darà la sicurezza. E 'impensabile e per i giovani (e meno giovani) persone relazione con il medico solo controlla foglio scritto a mano di zucchero nel sangue quando tutti i dispositivi capillare glicemia hanno un software che può essere rimosso in fretta, un sacco di informazioni la glicemia: media durante il giorno, oscillazioni, le risposte al cibo o ipoglicemia, ecc. Questi nuovi glucometri, con calcolatrici bowling, facile da regolare le dosi di insulina fare a meno di "un voleo". V'è anche glucometri accoppiati e telefoni cellulari.

Altri progressi sono, ad esempio, pompe per insulina che sono di gran lunga il modo più fisiologico per ottenere insulina. sensori di glucosio sono un altro anticipo indiscutibile. Consultazioni tramite telemedicina (senza che il paziente debba essere presente prima che il medico) sono più facili se la persona con diabete fino al glicemia calcolatore dispositivo, o dati dalla pompa di insulina e / o un sensore, e il medico ha accesso remoto a tutti questi dati ... Parlando naturalmente, nel 2013 non è più concepisce un diabetologia query non funziona in questo modo. Nel mio caso ho due pazienti, uno in Francia e uno in Germania, vengono solo per l'ufficio una volta all'anno (per Natale), ma ogni mese o due ci colleghiamo per regolare il trattamento e dubbi che sono prima di tutte le glicemie nelle ultime settimane.

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Dra. Pilar Martín Vaquero
Endocrinologia, Diabetes & Metabolism

Si tratta di un punto di riferimento nel diabete, obesità e malattie della tiroide, enfermadades a che è appositamente dedicato nei suoi oltre 28 anni di esperienza come un endocrinologo. E 'stato responsabile del Endocrinologia e Nutrizione presso l'Ospedale Infanta Cristina (Madrid) e ha pubblicato più di un centinaio di articoli e più di 20 capitoli di libri Endocrinologia. Ha insegnato presso l'Università Autonoma di Madrid ed è stato segretario esecutivo di "Advances in Diabetologia", rivista ufficiale della Società Spagnola diabete per 6 anni. Attualmente è direttore della rivista medica "Diabete Spazio" e direttore medico del Centro d-médical, Madrid.

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Questo sito Web utilizza cookie propri e di terzi per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle pubblicità relative alle sue preferenze, nonché per analizzare le sue abitudini di navigazione..