Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continua Politica dei cookies

Por Dr. Miquel Casals Andreu
Dermatologia

Dr. Casals Andreu è specializzato in ambito medico-chirurgico e Venereologia presso l'Ospedale Universitario Virgen del Rocio di Siviglia Dermatologia. Tra il 1995 e il 2008, medico curante del Servizio di Dermatologia dell'Ospedale Generale di Catalunya. Attualmente frequenta il medico del Dipartimento di Dermatologia del Policlinico Universitario di Sabadell (Parc Tauli) responsabile della Dermatologia Pediatrica e coordinatore del Gruppo Multidisciplinare di Vascolare Anomalie.

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente

Quali sono le cause di perdita dei capelli?

Capelli, naturalmente, deve cadere. Ciò che conta è quanto è considerato una caduta normale. Si stima che fino a cento capelli al giorno è considerato una caduta naturale, anche se questo varia a seconda del volume dei capelli. Si deve richiamare l'attenzione è se la perdita dei capelli è più alta del solito. Se la quantità è aumentata, potrebbe essere necessario consultare uno specialista in dermatologia.

La perdita dei capelli si verifica entrambe le cause fisiologiche, come la perdita dei capelli dopo il parto, o le cause patologiche, a causa di alcune malattie.

La maggior parte dei condizionatori e ammorbidenti vendute sul mercato spesso non sono in linea di principio presenti grossi problemi perché sono prodotti che sono già approvati per l'uso di routine in capelli. Tuttavia, coloranti e prodotti di fissaggio permanenti e possono influenzare i capelli, soprattutto provocando reazioni allergiche.

Il pelo è formato, tra gli altri componenti, da una proteina chiamata cheratina che ha una disposizione elicoidale ed in tre dimensioni. Ferri da stiro, asciugacapelli e prodotti utilizzati per fissare i capelli, come la permanente, possono avere un impatto sul fusto del capello e modificare la loro struttura terziaria, che è ciò che dà volume ai capelli; ma non necessariamente portare ad un aumento di perdita di capelli. I capelli diventa debole e cade se la radice è indebolito, e questo tipo di processi di cura dei capelli e non influisce sul risultato.

Va notato che la coda può contribuire ad una diminuzione della densità capillare. Il lungo, grandi e pesanti coda è un tipo di acconciatura che esercita una trazione sul radice dei capelli a causa del loro peso, specialmente alla linea sottile di capelli sulla fronte.

Inoltre, l'uso di profumi e colonie può influenzare l'aspetto dei capelli alterarne l'aspetto esterno, luminosità, tatto, etc.. Anche, è improbabile che una colonia o un cosmetico colpisce radice causa della profondità in cui si trova.

 

Quali alimenti aiutano a prevenire la perdita dei capelli?

Dovrebbe aumentare il consumo di alimenti ricchi di aminoacidi essenziali, vitamine, ferro, zinco e vari oligoelementi, tra l'altro, per prevenire la perdita di capelli. Si tratta di frutta, verdura, carni, pesce e latte, che sono ricchi di tali sostanze nutritive.

In conclusione, si ricorda che la radice dei capelli è ben definito nello spessore del derma e quindi, è molto difficile per una permanente, un colorante, un cosmetico, una colonia o profumo si può danneggiare.

Un'altra cosa è la struttura terziaria, cioè il fusto del capello. Questo in realtà sta per essere danneggiato se non state attenti. Pertanto è molto importante utilizzare, soprattutto in donne con addolcitore capelli molto secchi o ruvida o condizionatore, perché serve a proteggere la struttura tridimensionale dei capelli.

 

Lo stress influisce la perdita di capelli?

Stress, ansia, depressione e tutto ciò che comporta un aumento emotivo è associata ad una maggiore perdita di capelli. Una volta che l'equilibrio emotivo è raggiunto, la perdita di capelli è rallentata e può tornare a ritrovare un aspetto normale.

Dermatologia a Barcelona
Fonte: articolo redacttato sulla base dell'esperienza e della carriera professionale del medico
*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione