Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continua Politica dei cookies

Por Dr. José Francisco Valderrama Marcos
Cardiochirurgia

Prestigioso specialista in chirurgia cardiovascolare, il Dott Valderrama Marcos ha una laurea in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Malaga dal 1997 e Dottore in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Granada dal 2002. Attualmente è chirurgo cardiovascolare presso l'Ospedale Regionale di Malaga (ex Carlos Haya) del servizio sanitario andaluso, in aggiunta a frequentare livello privato Vithas San Antonio Park Hospital, nella sua clinica in ospedale Angelo e vita Sun & clinica. Autore di vari articoli pubblicati in pubblicazioni di riviste e recensore nazionali ed internazionali. Membro del Consiglio della Società andalusa di Chirurgia Cardiovascolare. Nel corso della sua carriera ha unito il suo lavoro professionale con l'insegnamento, le conferenze in numerosi corsi, tra cui la Facoltà di Medicina dell'Università di Malaga.

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente

Qual è la realizzazione di un defibrillatore interno?

L'implementazione di un defibrillatore interno è una tecnica che viene di solito eseguita in anestesia generale. Attraverso un'incisione trova alla clavicola sinistra, una vena attraverso cui l'elettrodo portando due spirali, uno sopra e uno al centro di esso è introdotto si trova.

Successivamente, l'estremità prossimale è collegata al generatore inclusa la batteria e il circuito incaricato del funzionamento del defibrillatore, che essendo alloggiati sotto il muscolo pettorale.

 

Quali pazienti sono adatti per defibrillatore interno?

Al fine di installare un defibrillatore cardioverter impiantabile (ICD) è quello di prevenire la morte improvvisa a causa di fibrillazione ventricolare. In questa situazione, il cuore e più precisamente la sua ventricolare sinistra batte rapidamente, senza forma e la superficie, rendendo inefficiente per inviare il sangue attraverso il corpo.

È stato dimostrato che la DAI previene la morte improvvisa in pazienti con una contrazione cardiaca compromessa e anche hanno o avevano un infarto miocardico o ha una malattia del muscolo cardiaco che causa a gonfiarsi troppo. E 'ciò che noi chiamiamo la prevenzione primaria.

La prevenzione secondaria comporta l'impianto di un ICD per prevenire la morte improvvisa nei pazienti che hanno già subito un episodio di fibrillazione atriale o aritmia ventricolare maligna. E 'indicato in pazienti che hanno avuto infarto del miocardio o che hanno determinato la malattia di cuore.

 

Che tipo di vita e ciò che la cura dovrebbe seguire il paziente dopo l'intervento chirurgico?

La limitazione sarà imposta dalla malattia di base. Inoltre, dopo l'intervento chirurgico, la ferita chirurgica dovrebbe guarire nei primi giorni fino a guarigione. Il paziente deve evitare campi magnetici, perché il defibrillatore è un metallo ed un circuito di rilevamento nel dispositivo.

Dopo l'impianto, l'esperto in cardiochirurgia opuscolo offre un paziente che le precauzioni da prendere in considerazione elencato. Regolarmente una volta all'anno, il paziente deve andare a una consultazione per rivedere il dispositivo e controllare la batteria.

 

Quali sono i rischi di questo intervento?

Oggi, i rischi sono minimi, ovunque eseguiti da mani esperte. Ancora, ogni intervento deve rischi che comunque non sono sempre inferiori a impiantare il dispositivo.

Cardiochirurgia a Málaga
Fonte: articolo redacttato sulla base dell'esperienza e della carriera professionale del medico
*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione