Incontra chirurgia mini-invasiva per le emorroidi

Autore: Roser Bernés Ubasos
Pubblicato: | Aggiornato: 14/10/2017 10:33
Fonte: Articolo redatto in base all’esperienza e alla carriera del medico

Le emorroidi sono naturali nel nostro corpo e aiutano nella continenza anale e la defecazione. Tuttavia, quando vi è un cambiamento nella condizione fisiologica del plesso emorroidario iniziare a causare disagio. Chirurgia mini-invasiva per le emorroidi può affrontarle praticamente indolore, con procedura ambulatoriale con poche ricadute.

 

Emorroidi: cosa sono

hemorroide Le emorroidi sono un elemento fondamentale del sistema di ano-rettale. In realtà, è pacchetti e formazioni cavernoso Angioma-tessuto, vale a dire, arterie e vene. Tali tessuti sono tenuti da tessuto elastico e muscolare. Hanno una funzione fisiologica che contribuisce alla continenza anale attraverso la chiusura / fermo a riposo e defecazione favorendo l'espulsione facendo scorrere attraverso il rivestimento del bolo fecale. Si può parlare di una malattia emorroidaria quando la condizione fisiologica del plesso emorroidario subisce una modifica: i tessuti che sostengono le emorroidi non resistere, provocando un prolasso o sanguinamento.

 

chirurgia mini-invasiva per le emorroidi

Questo è un intervento chirurgico innovativo in chirurgia generale per il trattamento delle emorroidi, caratterizzato dall'essere minimamente invasiva e dolorosa scarso impatto. Il metodo THD prevede punti di sutura chirurgici con dell'arteria emorroidaria trasportano il flusso di sangue ai pacchetti emorroidali. Questo intervento è combinata con la pexia prolasso muco-emorroidario. Ciò significa che in tutta la stessa operazione, riposiziona il prolasso mucosa ha subito nella posizione originaria, alleviare uno dei sintomi tipici degli stadi avanzati della malattia.

 

I vantaggi della chirurgia mini-invasiva

Ci sono alcuni vantaggi del metodo THD ad altre tecniche sono:

  • il tessuto emorroidario viene rimosso e canale anale anatomia è invariato. Ciò consente la possibilità di eseguire altre operazioni nel canale ano-rettale in futuro e preservare parti anatomiche responsabili di continenza.
  • Il funzionamento è abbastanza indolore, poiché nessun tessuto viene rimosso e la sutura viene fatta sopra la linea dentata, in un'area senza terminazioni nervose.
  • Il paziente è ricoverato ed è stata dimessa entro 24 ore dopo l'operazione.
  • attività lavorativa 2-3 giorni dopo l'operazione riprende.
  • Il tasso di recidiva è molto basso.

 

I pazienti che sono invitati

Il metodo THD di chirurgia mini-invasiva può essere utilizzato per curare le emorroidi secondo, terzo e quarto grado, anche quelli che sono il sanguinamento.

 

Postoperatorio Emorroidi chirurgia mini-invasiva

Il paziente deve poggiare su uno o due giorni. Il paziente operato può notare una sensazione di pesantezza e disagio subito dopo l'intervento chirurgico, i sintomi diminuiscono gradualmente dopo pochi giorni e possono essere controllati con analgesici comuni. A 48 ore il paziente può riprendere la vita normale.

comparsa di lieve sanguinamento, che cesserà in poche ore, o un senso di urgenza a defecare subito dopo l'operazione, anche situazione transitoria: D'altra parte, complicazioni gravi non si verificano normalmente.

Non sono terapie mediche sono necessarie particolari, ma si consiglia una dieta ricca di liquidi e fibre per promuovere movimenti intestinali perdita di feci, eliminando il trauma di materia fecale nel canale anale.

 

A cura di Roser Berner Ubasos

Chirurgia generale presso Valladolid
*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione
Dr. Juan José Arenal Vera

Dr. Juan José Arenal Vera
Chirurgia generale

Specialista riconosciuto in Chirurgia Generale, Dott Arenal Vera è laureato in Medicina e Chirurgia dal 1977 e ha fatto la sua tesi sul contributo alla prevenzione delle infezioni nelle ferite chirurgiche. Attualmente, essa appartiene al personale medico nella zona di Chirurgia Generale e Digestiva Ospedale Grande Campo e l'Ospedale Universitario di Rio Hortega. Ha partecipato a molte conferenze con la presentazione di documenti e manifesti, così come essere autore o coautore di numerosi articoli relativi alla sua specialità.

Come parte della loro formazione che ha fatto i soggiorni in ospedali stranieri: Dipartimento di Chirurgia presso Leeds General Infirmary. Università di Leeds. Inghilterra. Regno Unito. 1988-1989. Dipartimento di Chirurgia presso Olavs Hospital San. Norweian Università di Scienza e Tecnologia. Norvegia. Aprile-Maggio 2008

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione


TOPDOCTORS utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la sua esperienza come utente nella nostra web e raccogliere dati statistici attraverso l'analisi dei suoi dati di navigazione. Se prosegue con la navigazione, ci dà il consenso all'uso dei cookie. Può modificare la configurazione dei cookie o trovare maggiori informazioni qui.