TOPDOCTORS utiliza cookies propias y de terceros para facilitar su experiencia como usuario de nuestra web y captar datos estadísticos mediante el análisis de sus datos de navegación. Si usted continúa con la navegación, entendemos que nos ofrece su consentimiento para el uso de cookies. Puede cambiar la configuración de cookies u obtener más información aquí.

Dr. Antonio Bazán Álvarez
Chirurgia plastica, estetica e riparatrice

Specialista riconosciuto in chirurgia plastica e ricostruttiva, estetica, laurea del Dr. Bazan Alvarez e dottore di ricerca in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Navarra. Per più di 13 anni è stato un chirurgo plastico presso l'Ospedale Universitario di Navarra. Attualmente è responsabile di Chirurgia Plastica presso l'Ospedale di Navarra, il Servizio Sanitario Navarra - Osasunbidea. Oltre alla sua esperienza nel lato ricostruttiva del campo, sviluppata principalmente nei principali ospedali di riferimento, come l'Ospedale Universitario di Navarra e l'Ospedale di Navarra, con il grande lavoro di carico oncologica e traumatico combina la sua attività nel aspetto estetico della specialità e nel settore privato, sia a la Rioja e Navarra.

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente

Linfedema: cause e trattamento anticipi

Linfedema è un accumulo anomalo di liquido linfatico che si verifica nelle donne che hanno subito un intervento chirurgico per battere il cancro al seno. È, malattia progressiva cronica di infiammazione nelle braccia da prevenire e diagnosticato più presto possibile trattarlo.

 

Le cause e l'origine del linfedema

linfedema L'incidenza della comparsa del linfedema dell'arto superiore dopo il trattamento chirurgico del cancro al seno è molto variabile, in corso di pubblicazione dei dati tra il 6 e il 60% a seconda della popolazione studiata, i criteri di valutazione e il periodo di follow-up. La fonte principale è la rottura dei vasi linfatici durante l'intervento chirurgico per cancro della mammella, ma anche linfedema secondario può apparire come risultato di trattamento di altri tumori come il melanoma o sarcoma.

Una caratteristica comune di questi tipi di tumori è la diffusione della malattia attraverso il sistema linfatico, con conseguente necessità di rimuovere i linfonodi regionali.

 

 

 

Linfedema influisce sulla qualità della vita

In aggiunta a un aumento del volume del linfedema arto interessato si tratta di conseguenze fisiche come pesantezza, dolore e disagio; e conseguenze funzionali, quali la limitazione di movimento, la necessità di indumenti di compressione e una maggiore frequenza degli episodi infettivi nell'arto.

Poiché lo sviluppo del linfedema dipende da molti fattori, lo pratica è molto difficile impedire. Pertanto, oltre ad applicare tutte le misure possibili per ridurre la morbilità o l'aggressività chirurgica, come la tecnica del linfonodo sentinella, è di vitale importanza la stretta postoperatorio di follow-up al fine di stabilire una diagnosi precoce se necessario, la rapida istituzione di / o trattamento medico e chirurgico. In realtà, un linfedemi rilevanti di lunga data stabilita o problema chronified è il fatto che il volume del tessuto sviluppare più lunga fibrosi e l'indurimento, è che il volume, non reversibile come fisso, anche applicando il trattamento chirurgico.

 

Trattamento del linfedema

Il trattamento del linfedema è duplice: il trattamento riabilitativo e la chirurgia.

trattamento riabilitativo è l'uso di indumenti di compressione per contenere l'accumulo di liquidi; e massaggio linfodrenante per cercare di ridurre il liquido prima che diventi cronica. Questo trattamento fisico e riabilitativo è fondamentale per la prevenzione e il controllo precoce.

Sfortunatamente, a volte non riesce a prevenire e il problema si complica. Per questi casi la chirurgia plastica ha fornito diverse tecniche chirurgiche sono state sviluppate negli ultimi anni e proseguire in ulteriori ricerche e sviluppi.

Le opzioni chirurgiche per il trattamento del linfedema passa oggi per due procedure principali:

1 Il linfatico-venoso anastomosi:Poiché il percorso linfatico è stato limitato nel suo corso a livello dell'ascella o dell'inguine, nel caso delle gambe, l'idea che si pone è quello di cercare di reindirizzare il flusso linfatico prima del bloccaggio nel sistema venoso superficiale. Questo si ottiene collegando sutura o uno o più vasi linfatici con piccole venule vicini. Questa chirurgia è di solito eseguita in diverse operazioni sopra 6 a 12 mesi.Tali connessioni richiedono tecnica supermicroquirúgica eseguito sotto microscopio operatorio e di un materiale di sutura e strumentale estremamente fine.

2 ° trasferimenti unità complesse linfa-nodale:In questa opzione, l'idea è di trasferire gruppi di portanti tessuto adiposo dei linfonodi e dei loro vasi linfatici corrispondenti, presi da aree sane, e collegarli ai vasi sanguigni recettori sulla zona problema. L'obiettivo non è solo per cercare di migliorare la fluidità in drenaggio linfatico, ma anche fornire tessuto sano per generare una nuova barriera difensiva nella zona danneggiata.

E 'fondamentale per i professionisti le informazioni della guida, la diffusione e la conoscenza di questo problema e trattamento opzioni disponibili al fine di promuovere una migliore prevenzione e la diagnosi precoce di questo problema cronico che colpisce attualmente molte donne.

A cura di Roser Berner Ubasos.

Chirurgia plastica, estetica e riparatrice presso La Rioja
Fonte: Articolo redatto in base all’esperienza e alla carriera del medico

Publicado por: Roser Bernés Ubasos

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione