Dipendenze e psichiatria: il recupero del paziente da l'autonomia e differenziazione

Autore: Patricia Pujante Crespo
Pubblicato: | Aggiornato: 14/10/2017 17:39
Fonte: Articolo redatto in base all’esperienza e alla carriera del medico

Le dipendenze sono disturbi del comportamento umano in grado di generare un malessere in tutti i settori vitali della persona che vive in preda allo stesso. Anche se non molto è ancora noto circa la patogenesi specifica di disturbi da dipendenza, disturbi di dipendenza o di uso di sostanze (in modo come vengono spesso chiamati, a livello professionale), è accettata dalla comunità scientifica che non tutte le persone potenzialmente esposti a l' consumo di sostanze psicoattive o comportamenti ripetitivi tali malattie si sviluppano, ma a causa di un risultato multicausale che risponde al modello di coping vulnerabilità-stress.

Ciò significa che l'interazione di fattori intrinseci (vulnerabilità innata e genetica) e fattori estrinseci (esperienze aspetti legati, l'educazione, lo sviluppo maturativo, affrontare lo stress e l'esposizione a determinati stimoli). Pertanto, si ritiene che una persona vulnerabile a soffrire da un disordine dipendenza rimane un rischio per tutta la vita, se fattori diversi sono allineate in relazione ad uno stimolo potenzialmente piacere (sostanza o comportamento).

Come accennato in precedenza, le dipendenze possono essere considerate malattie della persona che arrivano non solo in gioco organica e parte psicologica dell'essere umano, ma si estende oltre l'individuo e impregnato le diverse aree operative, come gestire nella vita e il loro modo di rapportarsi al mondo. Proprio questa apertura verso l'esterno, i suoi effetti e le sue conseguenze è ciò che rende la prognosi e lungo - termine recupero e definisce l'approccio multidisciplinare ed integrata della persona con la dipendenza ha bisogno durante le diverse fasi del trattamento.

Fino a che punto si ritiene che un comportamento è dipendenza?

La sequenza di sviluppo della dipendenza è molto simile in diversi individui, la differenza è il tempo necessario per risolvere ciascuna delle fasi di sviluppo.

La prima fase è la piacevole consumo posto non vi è alcun impatto sulla persona e ha un certo controllo di scegliere quando e dove porta l'esposizione a stimoli potenzialmente piacevole o sostanza.

La seconda fase è considerato inerzia. Al momento non vi è una esposizione ripetuta, fenomeni di tolleranza e dipendenza in cui il controllo è caduta in evidenza appaiono ma le conseguenze sono minime. Proprio in questo stato le persone a riconoscere l'esistenza di ben - essere e piacere più contenuta rispetto alla fase precedente e spesso non sanno perché lo fanno esso e non vi è una certa necessità di un replay dei consumi e un falso senso sicurezza e di essere in grado di smettere di mangiare quando si vuole ".

La terza fase è dipendenza stessa. E 'a questo punto cerca di comportamento diventa frequente, ripetitiva, ossessiva e incontrollabile. C'è un momento in cui la persona non è in grado di fermare comportamenti di dipendenza perché genera un rilevante disagio su un livello personale e la ripetizione diventa irresistibile per evitare così -definito "rinforzo negativo", come: ansia, paura, insonnia, irritabilità, ossessività ... sintomi che compaiono quando la persona non sta consumando la sostanza o la realizzazione comportamento di dipendenza. In questa fase, 24 ore al giorno pensando della persona ruota attorno consumo o la possibilità stessa.

 

Dipendenze comuni

Le dipendenze più comuni sono ancora quelli derivanti dal consumo di sostanze, in particolare alcool, tabacco (nicotina), cocaina e cannabis. Dietro di loro sono altre droghe illegali, con periodi di ripresa in incidenza di progettazione di farmaci ed eroina.

A il livello di altre sostanze, ha trovato una maggiore incidenza in auto - somministrazione di farmaci tranquillanti gruppo benzodiazepine e analgesici derivati morfici, che può generare fenomeni di dipendenza e dose di tolleranza escalation facile. Per questo motivo questi farmaci richiedono stretta sorveglianza da parte del professionista della salute.

D' l' altra parte, ci troviamo aggiunte comportamentali. Il più noto è il gioco d'azzardo compulsivo, con altre dipendenze comportamentali, come ad esempio la dipendenza da nuove tecnologie, il lavoro, il sesso, shopping compulsivo, ecc. Proprio in questo tipo di comportamenti ripetitivi, il confine tra dipendenza e costrizione è diffuso, dal momento che in queste persone sono spesso la coesistenza di altri disturbi mentali concomitanti del comportamento comportamento ripetitivo.

 

Aiuto trattamento psichiatrico in addenda

L'esperto in psichiatria , come un medico professionista ha il ruolo chiave di:- Valutare i segni ei sintomi.- Fare raccomandazione di chiedere ulteriori prove come analitico e neuroimaging.- Valutare gli effetti sanitari delle sostanze consumate.- Eseguire una diagnosi affidabile di malattia dipendenza o di altri disturbi emotivi o disturbi psichiatrici.- Definire gli interventi terapeutici più efficaci e personalizzate per ogni paziente, in base al loro tempo evolutivo.

Lo psichiatra ha bisogno di un team di professionisti di altre discipline e di altre aree di conoscenza con esperienza nel trattare con dipendenze, come ad esempio lo psicologo, terapista occupazionale, di cura o assistente sociale. L'obiettivo è di creare un collegamento e un rapporto terapeutico stabile con il paziente e il loro ambiente immediato che è capace di generare uno stato di astinenza prolungata e fare una cilindrata di comportamento di dipendenza verso comportamenti sani per assicurare la differenziazione e l'autonomia del paziente .

 

La terapia consigliata in dipendenze di indirizzamento

approcci medici e psicologici utilizzati in dipendenza dovrebbero allontanarsi da posizioni assolute e il nichilismo terapeutico. Per molti anni è sembrato che nel trattamento delle dipendenze tutto vale o inutile. Non è né uno né l'altro. Per assicurare un buon esito dei pazienti con dipendenza che è necessario individuare le reali esigenze del paziente e valutare il loro stato evolutivo e reale tasso di cambio ipotesi. Così, il professionista deve favorire una cappetta trasparente, onesto e obiettivo per l' intero team, compresi i pazienti, familiari e professionisti. E 'necessario per il trattamento e le terapie hanno dimostrato efficace ed è più appropriato in ogni fase di recupero del paziente, lavorando verso l'autonomia e la responsabilità in un clima di fiducia e il massimo impegno.

 

 

A cura di Patricia Crespo Pujante

Psichiatria presso Valencia
*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Dr. Augusto Zafra Villena
Psichiatria

Dr. Zafra è un noto esperto in psichiatria. Nel corso della sua carriera ha vinto numerosi specializzazioni nel campo della psichiatria in varie istituzioni di prestigio nazionale. In questo senso, è un esperto in: la psichiatria legale e forense, psicogeriatría, dipendenza e doppia diagnosi, tra le altre malattie e trattamenti. Esegue l'attività di esperti e forense nel campo della psichiatria collaborare con il sistema giudiziario. E 'direttore della clinica di disintossicazione in Aguas Vivas ivane Hospital, detiene anche uno studio privato e lavora come professionista con l'On. COMV nel programma PAIME. D'altra parte, egli è un membro attivo della Società Spagnola di Psichiatria legale, la Società Spagnola di doppio Patologia e l'Associazione Spagnola di Psichiatria privato.

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


TOPDOCTORS utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la sua esperienza come utente nella nostra web e raccogliere dati statistici attraverso l'analisi dei suoi dati di navigazione. Se prosegue con la navigazione, ci dà il consenso all'uso dei cookie. Può modificare la configurazione dei cookie o trovare maggiori informazioni qui.