Alterazioni della coscienza

La coscienza è definito come lo stato in cui le persone a conservare la conoscenza di se stessi e l'ambiente in cui si trovano. Pertanto, quando si verifichi un cambiamento in questo stato, è possibile produrre diversi disturbi, a seconda della gravità della loro applicazione per le funzioni mentali cognitive e affettive. Tra le alterazioni più frequenti della coscienza che siamo: letargia o sonnolenza, che si riduce la vigilanza o la mancanza di cura e il grado di sonnolenza diurna; confusione, sarebbe un po 'più grave di letargia, perché provoca la persona disorientamento spazio-temporale e anche le fasi di sogni o allucinazioni; stupore, in cui il paziente è addormentato e reagisce in modo permanente solo attraverso la stimolazione, ma solo con risposte semplici; e coma, uno stato in cui vi è la mancanza di reazione a qualsiasi stimolo e, a seconda del paziente, può causare uno stato vegetativo persistente o avere uno stato di coscienza minima, alcune espressioni facciali o vocalizzazioni.

TOPDOCTORS utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la sua esperienza come utente nella nostra web e raccogliere dati statistici attraverso l'analisi dei suoi dati di navigazione. Se prosegue con la navigazione, ci dà il consenso all'uso dei cookie. Può modificare la configurazione dei cookie o trovare maggiori informazioni qui.