Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continua Politica dei cookies

Por Dr. Carlos Ruiz-Ocaña Montalvo
Neurochirurgia

Dr. Ruiz-Ocaña Montalvo è dottore "cum laude" presso l'Università Complutense di Madrid e uno specialista in neurochirurgia dal 1979. Dopo aver ottenuto un posto da opposizione nel dipartimento di neurochirurgia presso l'Ospedale de la Princesa, mantenuto una costante attività e intensa cura, pubblici e privati ​​(Gruppo ruber), allo stesso tempo che ha trascorso qualche tempo ricevendo piazza Professori che insegnano Associato di Neurochirurgia presso l'Università Complutense di Madrid. Dopo essere stato assunto dalla dell'Ospedale Clinico di Madrid come Capo Sezione e rimanere in quella posizione per otto anni, ha deciso di dedicarsi esclusivamente alla medicina privata come capo di Neurochirurgia presso l'ospedale internazionale Ruber dal 2001. Attualmente unisce il suo lavoro clinico con l'insegnamento, è docente presso l'Università europea di Madrid, oltre a ricoprire la carica di Presidente della Società Spagnola di Neurochirurgia.

Dal 2006 entra a far parte l'Ospedale Universitario di Madrid Chiron dedizione esclusiva al fine di rimanere in ospedale e all'avanguardia tecnica costante innovazione.

Anche se è un esperto in tutti i campi della neurochirurgia, è tecniche estremamente avanzate in chirurgia vertebrale, oltre ai tumori della base del cranio, il trattamento chirurgico della nevralgia del trigemino e l'epilessia. Negli ultimi anni ha sviluppato tecniche per la colonna endoscopia e per il trattamento di processi ipofisari.

La sua squadra ha riunito un gruppo di esperti in neurochirurgia infantile, neuro-oncologia e trattamento chirurgico dell'epilessia, mentre sullo sfondo le sue qualità umane.

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente

I tumori ipofisari: la maggior parte sono benigni

La ghiandola pituitaria è un ormone endocrina genera la maggior parte del corpo umano ed è alloggiato nella base della cavità cranica all'interno di una struttura ossea conosciuta come "sella" per la sua forma. Anatomicamente, è molto vicino al nervo ottico.

 

tumori ipofisari

La maggior parte dei tumori ipofisari sono benigni e si è sconosciuta perché appaiono. Principalmente, ci sono due tipi di tumori ipofisari:

ormone produttori, noto anche come secretoria. I suoi sintomi sono legati alla elevazione del tipo di ormone che viene prodotto, cioè, secernere più di ormone necessaria e quindi il paziente riferisce cambiamenti ormonali prima di notare perdita del campo visivo, che è più comune nei non produttori.

All'interno della secretoria, gli specialisti di distinguere tra:

  • La sindrome Amenorrea-galattorrea, più comune nelle donne. Essa è caratterizzata dall'assenza di regola, secrezione lattea e aumentare prolattina. Si verifica negli uomini diminuzione della libido.
  • acromegalia. Produrre un eccesso di ormone della crescita. Si tratta di pazienti che iniziano a notare le mani allargata, i piedi, il naso e la mascella. Alcuni hanno per modificare il numero di scarpa e non entrano al dito anulare sempre. L'ormone della crescita è aumentata in analisi.
  • sindrome di Cushing, comune nelle donne. Clinicamente alcun aumento di cortisolo nel sangue e nelle urine, il viso diventa arrossato e non vi è un eccesso di grasso nel collo e soprattutto nell'addome con smagliature quali in stato di gravidanza. aumento della pressione sanguigna è anche prodotto.

E la non - produce ormoni, noto anche come secretoria. Raggiungere grandi dimensioni, perché non hanno provocato alterazioni ormonali, raggiungendo comprimere i nervi ottici, in modo che di solito iniziano con perdita del campo visivo può portare alla cecità se non trattata.

uomo anziano

La diagnosi di tumori ipofisari

La diagnosi si ottiene con buona storia clinica, analisi ormonali, conducendo campo visivo e, soprattutto, RM cerebrale (che ci darà la dimensione della lesione e impegni anatomiche).

 

Il trattamento dei tumori ipofisari

Inizialmente, il trattamento può essere con assunzione di farmaci, che producono prolattina, e in altri casi, di solito la chirurgia.

Il trattamento chirurgico è attraverso le narici, raggiungendo seno, base del cranio e, infine, alla ghiandola pituitaria e il tumore. Negli ultimi anni, praticate da endoscopia, con l'aiuto dei medici ORL e permanenza in ospedale è ridotto a 2-4 giorni.

Quando sono estremamente grandi e non possono essere rimossi per via nasale deve aprire il cranio.

Quando un tumore è radiochirurgia riposo aiuta la crescita di controllo

Neurochirurgia a Madrid
Fonte: articolo redacttato sulla base dell'esperienza e della carriera professionale del medico
*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione