ADHD: cause, sintomi e trattamento

Autore: Dr. Joan Deus i Yela
Pubblicato: | Aggiornato: 16/05/2019
Editor: Top Doctors®

Fin dalla prima infanzia, i bambini trascorrono la maggior parte del loro tempo tra casa e scuola, e spesso è in quest'ultima area in cui le prime difficoltà o differenze di rendimento scolastico, che spesso portano all'esplorazione da rilevare uno specialista in neuropsicologia , e che ha per fare la diagnosi sulla misura in cui il sintomo principale è un deficit cognitivo: l'attenzione selettiva. Negli ultimi anni è aumentato il numero di casi diagnosticati con il disordine cosiddetto deficit di attenzione e iperattività (ADHD), e la stragrande maggioranza, la grande preoccupazione dei genitori e degli insegnanti sta nella evoluzione del bambino, una volta diagnosticata disordine, non solo nelle scuole, ma in tutti i livelli psico-emotivo in cui il bambino si sviluppa.

 

Cause di ADHD

ADHD è un disturbo di stato chiaro di base neurobiologica colpisce cognitive (attenzione), emozioni e il comportamento in 3-7% dei bambini in tutto il mondo. Principalmente, la diagnosi è basata su un deficit di attenzione selettiva e / o sostenuta, con o senza irrequietezza motoria, scopo, generalizzata o presente in qualsiasi ambiente, con sintomi presenti impulsività. Tali sintomi si manifesta con una capacità intellettuale (intelligenza) nel normale e colpisce il rendimento scolastico e l'altro di apprendimento specifici come il calcolo e la lettura. Anche se ci sono diverse teorie che potrebbero spiegare l'origine, si considera le cause neurobiologiche la responsabilità primaria. Inoltre, questo disturbo ha un alto contenuto genetico, fino al 80% dei casi di ADHD hanno una famiglia con caratteristiche simili.

 

sottotipi ADHD

Nel Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM-5), pubblicato dalla American Psychiatric Association, tre sottotipi si differenziano per l'ADHD:

- Attention Deficit Hyperactivity con disattento sottotipo predominante- Attention Deficit Hyperactivity con sottotipo prevalentemente iperattivo-impulsivo- disturbo da deficit di attenzione e iperattività combinato sottotipo (entrambi i sintomi di disattenzione e iperattività e impulsività)

 

sintomi di ADHD

Dobbiamo tenere a mente che non tutti i bambini con questo disturbo hanno gli stessi sintomi o la stessa intensità. Tra i sintomi più comuni includono:

- impulsività.- irrequietezza motoria, senza scopo e in qualsiasi ambiente.- difficoltà a mantenere l'attenzione selettiva e la concentrazione.- Difficoltà nella memoria di lavoro.- la rigidità cognitiva.- Difficoltà di inibire il comportamento e l'autoregolamentazione.

A causa dell'impatto di questi sintomi nella vostra vita quotidiana può causare conseguenze emotive e sociali in diverse aree in cui i bambini si sviluppano, influenzando così la loro capacità di scuola, la famiglia e l'adattamento sociale. Possono essere visti nei problemi emotivi legati alla bassa auto - stima e canalizzazione inadeguata e di esprimere le loro emozioni. Pertanto, il suo impatto sulla regolazione sociale può essere anche maggiore di quanto non faccia la gravità dei sintomi di ADHD.  

 

Trattamento di ADHD

Anche se l'ADHD ha un alto contenuto di genetica, l'ambiente influiscono notevolmente a risolvere i problemi che si presentano nella vita del bambino. A causa di problemi comportamentali ed emotivi sperimentato da bambini con ADHD negli ultimi decenni è aumentato l'interesse nella ricerca di trattamenti che sono efficaci nel risolvere eventuali problemi sia a livello sociale, scolastico ed emotivo. La terapia farmacologica con farmaci come il metilfenidato è stato ampiamente utilizzato con i bambini con ADHD e si è dimostrata efficace nel ridurre i sintomi di deficit di attenzione e impulsività. Ma va notato che gli effetti del trattamento raramente persistono ancora una volta ultimo effetto della dose attiva, che sopprime temporaneamente difficoltà comportamentali, in modo da riemergere quando il trattamento non è più attivo.

intervento farmacologico non deve basarsi solo sulla diagnosi, ma anche per rilevare se clinica influisce negativamente il rendimento scolastico e sociale del minore. Nel frattempo, si consiglia una riabilitazione neuropsicologica e intervento psicologico cognitivo-comportamentale in cui ad essere fornita alle tecniche minorile e le strategie in modo da poter applicare nella vostra vita quotidiana. L'ipotesi è che, grazie al miglioramento di queste funzioni generali, i benefici sono generalizzati per il funzionamento cognitivo generale.

E 'importante notare che il trattamento per l'ADHD deve essere prevista da un approccio olistico e multidisciplinare, su misura per le caratteristiche personali del bambino e al il momento dello sviluppo della malattia in cui si fa la diagnosi. E il trattamento psicofarmacologico è quasi sempre necessaria e non è quasi mai abbastanza e il suo sale, l'assicurazione, l'intervento multidisciplinare tra neuropsicologica, bambino e psicologi giovanili e logopedisti, ed altri professionisti.

 

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Dr. Joan Deus i Yela
Psicologia

Specialista riconosciuto in psicologia, il Dr. Deus i Yela è specializzata in neuropsicologia. Attualmente coordina il Servizio di Psicologia-Unità di Psicologia Clinica e Neuropsicologia di adulti in Ginecologica e Obstetricio Center (CGO) a Mataro. Dottorato in Psicologia presso l'Università di Barcellona, ​​nel 2010 ha ricevuto il Certificato Europeo di Psicologia Clinica. Egli è uno specialista in Psicologia Clinica dal Ministero e ha vinto anche lo Stato Neuropsicologia accreditamento da parte della Associazione dei medici della Spagna. Egli combina la sua carriera professionale con l'insegnamento, lavorando come docente presso l'Università Internazionale della Catalogna e come aggregato presso l'Università Autonoma di Barcellona. Autore di numerose pubblicazioni e relatore frequente, è stato premiato più volte per il lavoro svolto sul campo.

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle la pubblicità relativa alle sue preferenze, nonché analizzare le sue abitudini di navigazione. L'utente ha la possibilità di configurare le proprie preferenze QUI.