TOPDOCTORS utiliza cookies propias y de terceros para facilitar su experiencia como usuario de nuestra web y captar datos estadísticos mediante el análisis de sus datos de navegación. Si usted continúa con la navegación, entendemos que nos ofrece su consentimiento para el uso de cookies. Puede cambiar la configuración de cookies u obtener más información aquí.

Dra. Mónica Muñoz García
Riproduzione assistita

Dr. García Muñoz è un esperto di fama in tecniche di riproduzione assistita e ricercatore riconosciuto in un fallimento dell'impianto. Si è laureata in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Valencia e specialista in ginecologia e ostetricia General Hospital de Castellón. Essa ha anche un diploma di studi avanzati in Ginecologia e Ostetricia con DEA e livelli I, II e III della SEGO ultrasuoni ottenuti presso la sede della SESEGO, l'Ospedale San Carlos de Madrid e l'Ospedale Vall D ' Hebron a Barcellona. Attualmente il direttore medico di CREA (Centro Medico di Riproduzione Assistita) di Valencia.

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente

Essere madre a 40. Studio genetico prima fecondazione in vitro

Ricerca stabilità economica e proposte di ritardare la maternità, per cui è sempre più comune per le donne che hanno il primo figlio in 30 anni. Inoltre, vi è una falsa percezione del periodo fertile delle donne. Fertilità diminuisce con l'aumentare dell'età, a causa di una riduzione della quantità e qualità degli ovociti. Per queste ragioni, l'età delle donne che consultano centri di riproduzione assistita è in aumento.

fecondazione in vitro

Nonostante i progressi nelle tecniche, i tassi di gravidanza ottenuti con la fecondazione in vitro in donne di età compresa tra 40 sono bassi perché un minor numero di embrioni ottenuti, più bassa la qualità e la più alta incidenza di aneuploidie (numero anomalo di cromosomi). Lo screening genetico preimpianto (SPG) per rilevare tale aneuploidie negli embrioni e selezionando l'embrione giusto per il trasferimento al grembo materno.

La tecnica consente lo studio CGHarray 24 cromosomi dell'embrione. L'uso di questa tecnica in pazienti anziani sembra aumentare i tassi di gravidanza e riducendo dell'aborto consentendo selezionare l'embrione senza aneuploidia. Ma tenere a mente che questo screening non può "curare" l'embrione; cioè, se hai i cromosomi alterati non può essere riparato, quindi se tutti gli embrioni della coppia sono interessati, la coppia non avrà alcun embrioni da trasferire.

Nonostante i progressi, è essenziale sapere che il successo di queste tecniche si riduce con l'età, aumentando il numero di embrioni con anomalie cromosomiche. Dobbiamo educare i ginecologi e medici di assistenza primaria di informare i loro pazienti in cerca di una gravidanza in tenera età e non ritardare andare in centri specializzati per aiutarli a raggiungere il loro sogno di diventare genitori.

Riproduzione assistita presso Valencia
Fonte: Articolo redatto in base all’esperienza e alla carriera del medico

Pubblicato da: Top Doctors®

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione