Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continua Politica dei cookies

Por Dr. Modesto José Varas Lorenzo
Gastroenterologia

Si tratta di una eminenza specialità, dopo oltre 30 anni di esperienza è oggi responsabile del Ultrasound dell'Unità Teknon Medical Center, che combina il lavoro con la consultazione presso l'Ospedale Vall d'Hebron come specialista nel tratto digestivo. La sua conoscenza lo ha portato a esibirsi più di 100 pubblicazioni a livello nazionale e internazionale, è autore di 7 libri sulla specialità.

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente

La realtà virtuale in Gastroentereología e Hepatology

E 'stato detto che l'endoscopia (fibra ottica) e ecografia (ecografia) sono "Gastroenterologo destra e sinistra", ma oggi siamo in grado di affermare che la biopsia pinza è il terzo braccio del endoscopista, il ecografia endoscopica (EUS) che collega entrambe le tecniche è il terzo gastroenterologo occhio. "

Gli ultrasuoni sono vibrazioni udibili e impercettibili di una frequenza superiore a 16.000 cicli al secondo (16 KHz) per raggiungere diversi MHz.

In un primo momento, con ultrasuoni hanno tentato di eseguire "istogrammi fegato" elastografia transitoria, fino a quando il Fibroscan, che per la loro durezza misurato onde per correlare con la fibrosi epatica e steatosi epatica. In modo non invasivo con un punteggio ottenuto da onde sonore Kpa elasticità del fegato viene misurata per raggiungere una diagnosi plausibile di fibrosi epatica o cirrosi. Questa è la "biopsia virtuale". Le uniche limitazioni sono pazienti in stato di gravidanza o pazienti con dispositivi medici impiantabili.

Il sonoelastography applicato al fegato e pancreas, ecografia o ecografia endoscopica, hanno tentato di migliorare la diagnosi ed evitare istologicamente mediante biopsia (FNA biopsia contro virtuale). E 'anche una tecnica non invasiva, che può distinguere tra infiammazione, fibrosi e cancro, da una scala di colore diverso (qualitativo) o una scala da 1 a 255 (quantitativa) diventa un punteggio (rapporto di deformazione).

Endoscopicamente miniprobes sono stati utilizzati per migliorare la diagnosi, ma questi non hanno nulla a che fare con la miniprobe Confoca l anch'esso inserito attraverso il canale di lavoro dell'endoscopio ed è collegato ad un elaboratore che utilizza laser. Gli oltre 30.000 singole fibre ottiche conferiscono una risoluzione di 500 a 1000 volte superiore l'endoscopio convenzionale, nel tentativo di studiare la microstruttura dei tessuti interni del sistema digerente (istologia virtuale). E 'indicato nelle neoplasie dell'apparato digerente, gastrite, celiachia, colite, etc.

È anche possibile inserire questa superficie miniprobe laparoscopica fegato o del pancreas da EUS.

La realtà virtuale è una scienza basata su computer e altri dispositivi il cui scopo è quello di produrre un aspetto della realtà. Ma è possibile raggiungere la realtà totale?

Il FibroScan, la sonoelastography, e miniprobe confocale, tecniche non invasive digestivi, cercando di fare una diagnosi in aree selezionate del intestino, fegato o del pancreas, cercando di fare una biopsia virtuale o differenziazione tra benigni e maligni in modo importante nel diagnosi e cure mediche.

Sono ancora necessari molti studi correlano queste tecniche con biopsie classiche. In alcuni casi, come la fibrosi, infiammazione, gastrite, colite, malattia celiaca, ecc, è importante approssimare la realtà totale; ma nei casi in cui si tratta di distinguere tra benigno e malignant'd deve essere sicuro che la realtà virtuale correla esattamente con la vera realtà.

Gastroenterologia a Barcelona
Fonte: articolo redacttato sulla base dell'esperienza e della carriera professionale del medico
*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione