Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continua Politica dei cookies

Por Curro Millán
Fisioterapia

Curro Millan è un Fisioterapia reputato professionista, laureato presso l'Università Europea di Madrid. Lui è un esperto in fisioterapia avanzata applicata alle donne, il cancro al seno ed estetica fisioterapia fisioterapia, tra gli altri. Attualmente è Direttore Generale dell'Istituto Fisiomédico Madrid, Vice Presidente della Associazione spagnola per la terapia del cancro, e co-direttore del Master di terapia fisica Oncologia presso l'Università Complutense di Madrid (UCM).

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente

Cosa succede se ho linfedema?

Linfedema è l'accumulo di liquido ricco di proteine ​​(linfa) nei tessuti molli a causa di alterato (sovraccarico) linfatico. Questo sovraccarico si verifica perché il volume accumulato supera la capacità di loro drenaggio linfatico.

Si possono distinguere due tipi di linfedema secondo le cause che provocano:

Uno. Linfedema primario: a causa di anomalie congenite del sistema linfatico.

2. Linfedema secondario: più comune di primario, è prodotto da compressione o rottura dei vasi linfatici a causa di tumori, infezioni o trattamenti come la chirurgia o la radioterapia.

Linfedema secondario è una delle conseguenze più temute derivanti dal trattamento del cancro al seno. Si può sviluppare a seguito della rimozione dei linfonodi (linfadenectomia) più fibrosi indotta da radioterapia nel ascella. Si stima che una donna su quattro svilupperà questa complicazione e anche se il tempo di insorgenza varia da settimane ad anni, più spesso è che il 75% dei casi si verificano durante il primo anno dopo la chirurgia.

Per quanto riguarda la prevenzione, studi sostengono che può essere evitato. Tuttavia, si può seguire una serie di abitudini e di esercizi per la salute e l'igiene, eseguiti subito dopo l'intervento chirurgico, può aiutare a prevenire il linfedema:

Uno. Esercizi di prevenzione, come ad esempio esercizi di respirazione e la mobilità dell'arto colpito (eseguite in modo scorrevole e ripetutamente)

2. Misure igieniche alimentari, evitando qualsiasi tipo di infezione, per esempio, estremo igiene della pelle con saponi neutri, la pelle secca (attenzione nelle pieghe), applicare la crema dopo il lavaggio, evitare indumenti stretti tra il braccio e la spalla affetto, etc. Ulteriormente. È importante evitare eccessivo calore.

Una volta si verifica linfedema, il trattamento è essenziale fisioterapia. Grazie alle varie tecniche giova ricordare e controllare la condizione. Fisiomedico Istituto, utilizzando gli ultimi progressi tecnologici in fisiomedicina pone rimedio a questa condizione, raggiungendo l'inflazione più bassa 80% della stessa.

Quando linfedema migliora, i nostri fisioterapisti vi aiuterà a iniziare a farsi carico della loro assistenza attraverso:

Uno. Esercizi che migliorano la forma fisica senza sforzare il braccio o la gamba.

2. Il rinnovo di indumenti di compressione per garantire una misura adeguata.

Tre. Abitudini Istruzione per evitare e la cura della pelle per ridurre il rischio di infezione e di riferire sulle misure preventive da adottare.

Fisioterapia a Madrid
Fonte: articolo redacttato sulla base dell'esperienza e della carriera professionale del medico
*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione