Qual è il neuroma acustico e quali sono la rimozione dei rischi

Autore: Dr. José María Roda Frade
Pubblicato:
Editor: Anna Raventós Rodríguez

Il neuroma acustico è un termine coniato decenni fa, quando si pensava che il tumore ha avuto origine nel nervo uditivo o del nervo cocleare. Oggi sappiamo che il tumore della guaina di cellule di Schwann, in particolare la divisione superiore del nervo vestibolare. Entrambi i nervi, cocleare e vestibolare costituiscono un tronco nervoso comune, chiamato nervo vestibolococleare. Anche se il neuroma acustico termine è sbagliato, nella letteratura scientifica ancora conosciuto con questo nome e anche il schwannoma vestibolare.

E 'un tumore comincia a crescere all'interno del canale uditivo interno e come sta prendendo dimensioni estende il ponto-cerebellare in fossa cranica posteriore. Questa è un'area di grande importanza in coesistenti strutture nervose e vascolari estrema considerazione, come estrusione, che è una parte del tronco cerebrale, o cervelletto e nervi cranici o arterie che forniscono il tronco cerebrale e cervelletto. Qualsiasi danno a questa zona può causare la morte del paziente o lasciare alcune conseguenze irreparabili.

 

Cause di neuroma acustico

Il neurinoma acustico è uno dei tumori intracranici più comuni, comprendente 8-10% di tutti. Questo è un tumore benigno che appare come una conseguenza della perdita di un gene soppressore del tumore sul braccio lungo del cromosoma 22.

L'incidenza di questo tumore è notevolmente aumentata in casi di neurofibromatosi, e l'insorgenza di un tumore in ciascuno dei canali uditivi interni che hanno pathognomonic neurofibromatosi di tipo 2.

 

Sintomi di neuroma acustico

I sintomi più comuni includono la perdita dell'udito, rumori per le orecchie o tinnito e disturbi dell'equilibrio. Ci possono essere altri sintomi come mal di testa, intorpidimento o paralisi del viso.

Se il tumore continua a crescere, gradualmente i sintomi di compressione del cervelletto e tronco encefalico può apparire. Se fosse per raggiungere un importante obiettivo (4 cm o più) dimensione potrebbe produrre un idrocefalo ostruttivo con tutto ciò che comporta clinica.

 

La diagnosi di neuroma acustico

In primo luogo, e come dovrebbe essere sempre fatto per raggiungere una diagnosi, ci si baserà sulla clinica che il paziente, seguito da una valutazione audiometrica. Se ciò è coerente con questo tipo di tumore, poniamo una tomografia computerizzata (CT) con contrasto e risonanza magnetica (MRI), anche con contrasto, che ci darà informazioni sulla localizzazione del tumore e le sue caratteristiche, quali la forma, dimensioni, comportamento con il contrasto, o il rapporto con strutture adiacenti vitali suddetto

 

Come gestite questi tumori?

Abbiamo tre modi di agire in questi processi:

  • aspettativa. Se il tumore è piccolo si può fare un regolare monitoraggio della lesione con risonanza magnetica di serie. Se rimane sarà seguita trattamento conservativo stabile, e se la crescita si vedrà intervenire.
  • radiochirurgia. radiazioni stereotassica comprende la somministrazione al tumore può essere modellato radiochirurgia stereotassica, in un'unica dose, o come radioterapia stereotassica, multisessione frazionato. Questo approccio ha lo scopo di fermare la crescita del tumore, avendo alcuni casi progressivamente più piccoli e altri che ancora progredendo la crescita tumorale. Se quest'ultimo è confermato, sarà necessario intervenire chirurgicamente.
  • microchirurgia. Utilizzato da otorinolaringoiatria e neurochirurghi, sia, o insieme come facciamo noi presso il nostro ospedale. Utilizzando questa tecnica, nella maggior parte dei casi siamo riusciti a rimuovere completamente il tumore e non abbiamo più preoccuparsi sul suo potenziale di crescita.

Ci sono tre possibili approcci per questi tumori:

  • retrosigmoidea. E 'il più utilizzato dalla maggior parte dei neurochirurghi. Se vogliamo preservare udito sarà la tecnica di scelta. L'inconveniente maggiore è la retrazione necessaria del cervelletto di raggiungere il tumore.
  • translabirintica. Con la semplice realizzazione di questo approccio paziente perde automaticamente dell'udito, che sarà effettuata in tutti quei processi in cui viene scartato la dimensione o ubicazione, ingresso, la conservazione di quella funzione. Il campo chirurgico è più piccolo rispetto al precedente approccio, ma ha il vantaggio che non è necessario retrarre cervelletto.
  • fossa centrale. E 'utilizzato nei tumori in cui vogliamo mantenere l'udito e quelli che sono di piccole dimensioni. È la tecnica chirurgica meno utilizzato.

 

Rimozione di neuroma acustico

Il tumore deve essere asportato sempre, ma in quei casi in cui il nervo facciale è molto sottile e ci lascia solo un piccolo foglio di tumore collegato ad esso, è lecito e accettato in grandi serie chirurgica di rilevanza non rischio facciale paziente paralisi e lasciare che il piccolo tumore rimanente, invece, di solito mostrano poca o nessuna crescita nel tempo.

 

Quali sono i rischi della rimozione del neuroma acustico?

La rimozione di un neuroma acustico richiede una grande conoscenza anatomica della zona e una grande abilità tecnica. L'intera procedura deve essere fatto con l'aiuto di un microscopio chirurgico per fornire una buona illuminazione nella profondità di campo e l'ingrandimento adeguato per la corretta gestione delle strutture nervose.

Uno dei problemi più comuni che si verificano dopo la rimozione di un neuroma acustico, oltre alla perdita dell'udito, paralisi facciale è. Il nervo cocleare responsabile dell'udito può essere conservato solo in quei piccoli tumori che non costituiscono di occupare il fondo del canale uditivo interno.

Evitare la paralisi facciale è una delle più grandi sfide che abbiamo chirurghi che si occupano della asportazione di questi tumori. Una paralisi facciale completo è molto deturpante e provoca gravi problemi di convivenza e di comportamento in individui affetti.

Nel nostro ospedale, siamo nel set di neurochirurghi e otorinolaringoiatri squadra, abbiamo raggiunto una conservazione anatomica del nervo facciale nel 93% dei casi e una conservazione funzionale dello stesso del 78%. Nei pazienti paralisi facciale è definitiva possiamo fare tecniche di anastomosi del nervo, che può recuperare la funzione del nervo facciale. In questo senso, abbiamo raggiunto risultati molto favorevoli, grazie all'Unità paralisi facciale del nostro centro, che sono integrate le seguenti specialità: Neurochirurgia, Otorinolaringoiatria, Chirurgia maxillo-facciale, la riabilitazione, oculistica, neurologia, neurofisiologia e neuroradiologia. Grazie alla partecipazione congiunta e coordinata di tutti questi specialisti i risultati sono molto buoni

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Dr. José María Roda Frade
Neurochirurgia

Dr. Jose Maria Roda Frade è uno dei principali specialisti in neurochirurgia. Si distingue come esperto nella vostra zona diversi trattamenti, come la microchirurgia vascolare cerebrale, il trattamento chirurgico dei tumori e delle malattie della colonna vertebrale cervicale, toracica e lombosacrale cerebrali. Attualmente è capo del dipartimento di Neurochirurgia, Ospedale La Paz di Madrid.

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


TOPDOCTORS utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la sua esperienza come utente nella nostra web e raccogliere dati statistici attraverso l'analisi dei suoi dati di navigazione. Se prosegue con la navigazione, ci dà il consenso all'uso dei cookie. Può modificare la configurazione dei cookie o trovare maggiori informazioni qui.