Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continua Politica dei cookies

Por Dr. Rafael Llopis Miró
Traumatologia

Dr. Llopis Miro è un pioniere nel nostro paese per lo sviluppo di nuove tecniche mini-invasive e l' impiego di nuovi biomateriali per il trattamento chirurgico dell'artrosi dell'anca e del ginocchio. Ha esperienza di lavoro e formazione nei migliori ospedali nazionali e internazionali. Attualmente è il direttore dell'Istituto di Locomotive a San Francisco de Asis de Madrid Hospital.

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente

Monocompartimentale protesi di ginocchio

Monocompartimentale protesi di ginocchio sostituire solo uno degli scomparti di questo, a seconda della usura della cartilagine articolare, causata da osteoartrite, esterno o interno.

Queste protesi di ginocchio consiste di due componenti, una femorali, che copre e conforme a un'altra condilo tibiale e che è fissato dal cemento influenzata metà della tibia e può essere solo o con il vassoio di polietilene metallo.

Le patologie più frequenti sono i vezzi del compartimento mediale isolato, di tanto in tanto esterni. L'origine di questi isolati di solito indossare quelli causati da un trauma, il dolore dopo artroscopia, osteocondrite o limitata ad un solo condilo ulcere condrale.

Ci sono nuove protesi, ma il loro uso è in aumento, attualmente rappresentano, in alcuni paesi, circa il 14% di protesi totale.

Il vantaggio principale è la conservazione di ossa e legamenti. Solo la parte interessata e non è sempre possibile per indicare questo tipo di protesi è sostituito.

Il posizionamento richiede più precisione, non è disciplinato dagli stessi principi tecnici che protesi totali.

Traumatologia a Madrid
Fonte: articolo redacttato sulla base dell'esperienza e della carriera professionale del medico
*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione