TOPDOCTORS utiliza cookies propias y de terceros para facilitar su experiencia como usuario de nuestra web y captar datos estadísticos mediante el análisis de sus datos de navegación. Si usted continúa con la navegación, entendemos que nos ofrece su consentimiento para el uso de cookies. Puede cambiar la configuración de cookies u obtener más información aquí.
 Arantza Pérez Mijares

Arantza Pérez Mijares
Psicologia

Dr. Pérez Mijares ha oltre 15 anni di esperienza come psicologo nei settori pubblico e privato, nonché corsi di insegnamento in diverse materie. Specializzata in ansia, con trattamento attraverso Mindfulness. Anche un esperto nel campo della psicologia sessuale, coppia e lo stress. Attualmente è regista e co-direttore dei programmi radiofonici e collabora con diverse ONG.

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Pensaci bene e avrete successo

Quante volte abbiamo sentito o diciamo, mi sento triste, mi sento come non volendo, mi sento male. Ed è vero che siamo ben. Soprattutto in primavera, si deve stare attenti a non cadere nelle depressioni primavera.

Non ci sono anime e cuori che ci fanno vedere che ci sentiamo, ma se ci sentiamo è perché noi. Ogni pensiero positivo è un sentimento positivo. Se non mi credete provarlo. Allora, cosa c'è di sbagliato con i nostri pensieri, quando ci sentiamo tristi? Sì, fallire i nostri pensieri, vanno tra l'essere positivo per essere automatico e negativo. Essi inviare messaggi come: "Tu non sei buono", "Non puoi", "Tu non sai", "Andrò sbagliato", ecc. Cosa approfondire questi pensieri che conosciamo così bene ... o no?

Facciamo una piccola analisi di questi "nemici intimi":

Uno. Pensieri automatici. Mmm. Davvero? In realtà sono i pensieri che sembrano automatico perché appaiono improvvisamente e senza essere invitati a smorzare il partito, ma in realtà, noi ci chiamano @ s mismo @ s.

2. Sono negativi. In effetti, sono catastrofiche. Abbiamo sempre messo nelle peggiori situazioni possibili.

Tre. Sono idiosincratico. Noi apparteniamo, nelle nostre paure più intime e insicurezze parlano.

4. Sono espressi in termini "dovrebbe", "dovrebbe".

5. La buona notizia è che di solito si trovano. Pensieri automatici negativi influenzano il nostro modo di vedere la realtà, produciamo "distorsioni cognitive" e questa distorsione ci fa molto poco emozioni costruttive per noi @ s mismo @ s.

Cosa possiamo fare con questi pensieri? Il pensiero positivo è più facile di quanto sembri. Vieni con trucchi: Procuratevi un notebook e punti testualmente quei pensieri che vengono spontaneamente. Puntare loro e lascia accanto a un vuoto. Cosa facciamo con quel vuoto, una volta raccolti tutti i miei pensieri automatici negativi? Li Incontro con la realtà. Vedrete che la stragrande maggioranza di loro non ha il minimo fondamento.

Molti saranno non scientifico, per esempio, "Ognuno è un egoista" davvero tutto? Alcune generalizzazioni volontà. Da una situazione prendiamo un dato negativo e già che facciamo una generalizzazione. Ad esempio, siamo andati a cena in un nuovo ristorante. Era tutto perfetto, ma non aveva Poleo. Non possiamo dedurre che la cena era un disastro. Hai ancora un altro vuoto. Dato un pensiero negativo, si può pensare altrimenti? Scrivilo! Servitevi di generare alternative ai pensieri negativi.

Attenzione ai pensieri che ci squalificano noi @ s mismo @ s: è vietato dalla prima legge di Psicologia alla riscossa. Ogni volta che dice qualcosa di cattivo su di noi @ s (che di solito anche una generalizzazione perché qualcosa non è andata bene che non sono un / a inutile o un disastro). Cerchiamo di essere molto attenti con le parole che diciamo perché ogni parola è segnato sul cervello e lascia una traccia. Se dovete lasciare impronte, altre cose che sono utili.

In sintesi, alcuni versi di Don Ramón Campoamor:

In questo mondo infido, c'è verità o una bugia: tutto è negli occhi di chi guarda.

Indossare gli occhiali per vedere le cose per bene, uscire in strada con gli occhiali da sole vedere la vita in rosa. Hai sentito il dolore? Certo, tutti a un certo punto abbiamo sentito. Una parte della tua vita, naturalmente, ma senza soffrire. Così ora sapete, pensate e avrete successo per sempre.

Psicologia presso Madrid
Fonte: Articolo redatto in base all’esperienza e alla carriera del medico

Pubblicato da: Top Doctors®

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione