TOPDOCTORS utiliza cookies propias y de terceros para facilitar su experiencia como usuario de nuestra web y captar datos estadísticos mediante el análisis de sus datos de navegación. Si usted continúa con la navegación, entendemos que nos ofrece su consentimiento para el uso de cookies. Puede cambiar la configuración de cookies u obtener más información aquí.

Dr. Javier Brualla Coll
Neurofisiologia clinica

Dr. Brualla è un neurofisiologo inizialmente specializzata nella livello di unità sonno. Attualmente, essa appartiene al personale medico dell'ospedale Medimar Vithas internazionali ad Alicante. E 'autore e co-autore di numerose pubblicazioni a livello nazionale e internazionale, e ha partecipato a diverse conferenze di disturbi del sonno.

 

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente

Narcolessia: sintomi, diagnosi e trattamento

Se si dispone di eccessiva sonnolenza diurna con improvvisi ed irrefrenabili attacchi di sonno e ha un tempo difficile rimanere svegli per un lungo periodo di tempo, si può soffrire di una malattia cronica chiamata narcolessia.

Questa malattia si verifica a causa di diminuzione della vigilanza causata da un deficit di ipocretina o orexina (una sostanza che è normalmente rilasciato nell'ipotalamo e promuove lo stato di veglia). La causa della perdita di cellule che producono questa sostanza nel cervello non è noto esattamente, ma si ritiene abbia una probabile origine autoimmune.

Alcuni dei sintomi tipici di narcolessia sono:- L'eccessiva sonnolenza diurna (di solito il primo sintomo e la più diffusa): Le persone con narcolessia addormentarsi senza preavviso, sempre e ovunque.- Un'improvvisa perdita di tono muscolare (cataplessia) è incontrollabile e spesso innescati da forti emozioni come il riso, paura, sorpresa, etc.. Alcune persone con esperienza narcolessia solo 1 o 2 episodi di cataplessia un anno, mentre altri possono avere più episodi quotidiani. Non tutte le persone con narcolessia hanno cataplessia.- Sleep Paralysis (che può avvenire di insorgenza di sonno o al risveglio): incapacità temporanea di muoversi o parlare. Di solito brevi episodi di 1-2 minuti, ma molto doloroso.- Allucinazioni ipnagogiche (quelle che si verificano al momento di addormentarsi): stato semi-cosciente quando comincia a sognare che rende i sogni sono molto reali e molto esperto.- Alterazioni episodi di sonno notturno di frammentazione del sonno.- Altri sintomi di accompagnamento: reEEcurrentes pisolini durante il giorno, comportamenti automatici, ecc

Anche se i sintomi della narcolessia possono comparire a qualsiasi età (dall'infanzia 45-50 anni) il più delle volte i primi sintomi compaiono tra i 10 ei 25 anni. Tuttavia, la diagnosi definitiva è ritardata di solito tra 5 e 10 anni, con conseguenti danni al paziente di rimanere tutti questi anni senza trattamento adeguato.

Per diagnosticare correttamente se il paziente soffre di narcolessia dovrebbero sempre eseguire una polisonnografia notturna pre per valutare la quantità e la qualità del sonno del paziente durante la notte e il giorno dopo un test multiplo di latenza del sonno (MSLT) che servirà a confermare o nessuna diagnosi.

 

Trattamento della narcolessia

Il trattamento dovrebbe includere sia le misure farmacologiche per il trattamento di sonnolenza diurna e cataplessia, e misure non farmacologiche in base sia educazione del paziente come al loro ambiente immediato per aiutare a comprendere meglio la malattia. Inoltre saranno fattori chiave per il paziente di mantenere una corretta igiene del sonno. E fare alcuni cambiamenti nelle abitudini e stile di vita.

Neurofisiologia clinica presso Alicante
Fonte: Articolo redatto in base all’esperienza e alla carriera del medico

Publicado por: Top Doctors®

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione