I rischi del fumo

Autore: Dr. Javier Galiana Perucho
Pubblicato: | Aggiornato: 19/10/2017
Editor: Top Doctors®

20s Happy contribuito a presentare il suo fumo come una piacevole abitudine. Questa idea ha cominciato a cambiare negli anni '70, quando la nicotina ha cominciato ad essere considerata una droga. Tuttavia, non fino al 1987 il termine di fumare è stato coniato per indicare un grave danno per la salute dipendenza. L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) sono voluti cinque anni per definirlo.

Si ritiene che una persona soffre dipendenza dalla nicotina quando il fumo da dieci sigarette al giorno. 50% dei fumatori di età compresa tra 20 e 30 anni soffrono, e da quel periodo la figura è fino al 90%.

Oggi l'OMS stima che circa 5 milioni di persone muoiono ogni anno per cause direttamente correlate al consumo di tabacco. Questa cifra rappresenta 1 su 2 decessi di mezza età. Il fumo provoca più morti di alcool e di altre droghe, incidenti stradali, omicidi e AIDS. Esso prevede inoltre che nel 2030 il bilancio delle vittime potrebbe salire a 10 milioni.

 

Gli effetti avversi di tabacco sul corpo

 

Il fumo è associato con 25 categorie principali di condizioni, tra cui le sue cancro prevalenza, cardiopatia ischemica e croniche malattie respiratorie. Non innesca sempre malattie mortali, ma è strettamente associata a diversi disturbi che peggiorano la qualità della vita, come l'ansia, la depressione e l'alcolismo. Prendiamo atto che il 60% dei pazienti depressi sono fumatori e 9 su 10 colpiti nella schizofrenia.

La nicotina ha un effetto negativo sul sistema cardiovascolare, sistema nervoso, sistema digestivo e il metabolismo. Snuff foglia contiene oltre 600 componenti, che possono essere suddivisi in due. Per un posto altra materia all'acqua e secca. Questo materiale contiene composti organici quali proteine, ammoniaca, alcaloidi e carboidrati e componenti inorganici come piombo e nichel. Il fumo a causa di processi di combustione, la sigaretta raggiunge temperature di oltre 800 ° C e la punta 400 nella zona di carbonizzazione da cui diminuisce. Per questo motivo si è stabilito che il primo terzo della sigaretta è una zona di bassa tossicità, che aumenta ad un picco nel terzo trimestre.

a Valencia
*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione
Dr. Javier Galiana Perucho

Dr. Javier Galiana Perucho

Laurea in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Valencia (1978), il dottor Javier Galiana Perucho è un esperto in fumo. Attualmente è direttore della Clinica dell'Ospedale Galiana il 9 ottobre, Valencia. E 'membro della Società Spagnola di specialisti fumatori (sedet).

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione


TOPDOCTORS utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la sua esperienza come utente nella nostra web e raccogliere dati statistici attraverso l'analisi dei suoi dati di navigazione. Se prosegue con la navigazione, ci dà il consenso all'uso dei cookie. Può modificare la configurazione dei cookie o trovare maggiori informazioni qui.