Psicoterapia oncologico: come godere di tutti i giorni

Autore: Dra. Nuria Blanco Piñero
Pubblicato:
Editor: Top Doctors®

Lo psicologo che si è specializzato nella terapia del cancro, il dottor. Nuria Blanco, spiega che cosa questo metodo come parte del trattamento del cancro.

Come dovrebbe voi trattare con la notizia che si ha il cancro te stesso?

La diagnosi di cancro è sempre un'esperienza negativa, difficile e duro che richiede al destinatario di affrontare colpo con la potenziale finale della tua vita. Questa esperienza è necessaria l'inizio di un processo di adattamento, che si interesserà sia il paziente e la sua famiglia. Così, tutti devono affrontare la paura della malattia, l'ignoranza, la sofferenza e la morte stessa a concludere che il quotidiano di vita della malattia oncologica non è solo quello che fantastica testa.

 

E quando è un membro della famiglia che soffre?

Al momento della diagnosi deve rispettare il tempo del paziente. Esso dovrebbe essere consentito di esprimere le loro paure e le ansie, ma dovrebbe anche stimolare la ricerca di soluzioni, afferrare il presente e le ragioni che fare con la malattia. Non possiamo far finta che la mano stress emotivo e la diagnosi non è dato, in quanto rappresenta una rottura con tutte le aspettative vitali del destinatario. Ancora, l'obiettivo sia per il paziente e la famiglia per accompagnare voi è che l'uno e l'altro non è più vivere e godere ogni giorno della loro vita. Vale a dire combattere perché la malattia è una sfumatura di fase di vita di fronte al paziente, ma non il centro della sua vita.

 

Quale posizione dovrebbe occupare la famiglia durante tutto il processo?

Quando il cancro viene diagnosticato, la malattia viene sempre a una famiglia. Il normale funzionamento dello stesso diventa instabile e deve essere ridefinito. Uno degli strumenti più utili ed efficaci di fronte al corretto affrontare la malattia nella famiglia è la comunicazione chiara e aperta, dove le emozioni non possono nascondere e aperta espressione di questi consentiti. Sempre alla ricerca per la ridefinizione di paura e sofferenza e non arrivano mai a costringere il paziente, in quanto questo porterà all'isolamento.

 

A che punto dovrebbe richiedere l'aiuto di un professionista?

Al momento sembra che lo stress emotivo è tale che blocca il paziente e impedisce non solo affrontare la malattia e le sue diverse fasi, ma anche di continuare a sviluppare e godere di altri aspetti della vostra vita come la famiglia, gli amici e così via.

 

Quale processo è seguito in psicologia oncologica?

Per ogni paziente è un processo. Una parola che potrebbe definire questo processo è la "accompagnamento". Una modalità globale, l'intervento con i malati di cancro richiede affrontando molti aspetti del significato esistenziale della vita: l'identità personale, la paura della sofferenza e della morte, tra gli altri,. Questi interventi più filosofici, come in qualche modo combinato con altro fuoco più specifici sulla soluzione dei problemi, nel ridefinire le situazioni, e così via.

 

Quale posizione assume psicologo per aiutare il paziente?

La posizione principale è l'accettazione incondizionata. Lo psicologo deve essere in grado di sostenere senza giudizio e guidare la persona verso la vita per sempre, incoraggiando lo coesistere e sperimentare con la più alta qualità di tutti i giorni, ogni momento della sua storia di vita, tra cui la fine di esso.

 

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Dra. Nuria Blanco Piñero
Psicologia

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Questo sito Web utilizza cookie propri e di terzi per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle pubblicità relative alle sue preferenze, nonché per analizzare le sue abitudini di navigazione..