Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continua Politica dei cookies

Por Dr. Jonas Nunes
Odontoiatria e stomatologia

Il prestigioso Dr. Jonas Nunes trascorso un decennio dedicato alla ricerca e il trattamento di alitosi e patologie correlate. Autore di diversi libri sull'argomento, il medico ha un ampio curriculum e una vasta esperienza, sia come un medico come insegnante e conferenziere. Oggi è direttore del Respiro dell'Istituto Plénido e Dental Clinic, due centri a Barcellona.

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente

La pratica moderna di respiro

Un approccio criterio scientifico e alitosi riduce il rischio di trattamenti inefficaci e riduce al minimo i danni collaterali associati terapie applicate al. Secondo i modelli più attuali, l'approccio clinico al paziente con l'alitosi dovrebbe seguire tre fasi: diagnosi, il trattamento e il controllo.

Fase 1: Diagnosi

Prima di un trattamento, è essenziale per ottenere la diagnosi della causa del disturbo. La prima fase consiste in una semplice consultazione con tutti i dati del paziente, lo stato attuale e la storia medica sono raccolti. Tra questi vengono analizzati più difficile relativi fattori predisponenti alitosi e attiva.

Le seguenti prove obbligatorie dovrebbe includere i seguenti test vengono eseguiti:

  • Uno studio computerizzato del respiro mediante gascromatografia
  • Esame della funzione saliva e ghiandola salivare
  • Test microbiologici ed enzimatici di campioni di placca batterica e la saliva

Gc è considerato il metodo più affidabile di diagnosi. Tuttavia, è possibile ulteriore analisi e prove in caso di una specifica sospetto clinico.

La raccolta e l'analisi dei dati definiscono il piano terapeutico. Ottenere una diagnosi dipende non solo l'analisi dei dati medici raccolti, anche dai risultati di esame clinico e test diagnostici specifici per l'alitosi.

Nel processo diagnostico è la valutazione cruciale del caso da un professionista Odontoiatria esperienza nel trattamento di alitosi.

 

Fase 2: Trattamento

Dopo aver analizzato i risultati, i professionisti medici a determinare il trattamento appropriato per ogni paziente. Questa seconda fase è caratterizzata monitorando tutte le procedure, il cui fine ultimo è l'eliminazione di alitosi ei suoi effetti psicosociali.

Circa 83% dei casi vengono risolti con farmaci topica o sistemica, soprattutto agendo sulla parte interna della cavità orale, del tratto respiratorio e il tratto gastrointestinale. I casi rimanenti (17%) possono includere la rimozione di foci infettivi, interventi chirurgici, terapia psicologica, tra gli altri. Nella maggior parte dei casi, un netto miglioramento di alitosi in soli tre o quattro giorni si osserva dopo l'inizio del trattamento.

 

Fase 3: Controllo

La fase di controllo inizia una volta ottenuta la remissione di alitosi e di solito comprende una o due richieste recensione. Queste sono necessarie per insegnare le misure preventive del paziente, e garantire i risultati.

Va notato che sono rare situazioni in cui i pazienti hanno bisogno di assumere farmaci cronicamente. Diversi pazienti scelgono di andare a consultazione con una frequenza annuale o biennale, per effettuare un controllo.

respiro migliorata è evidente dall'atteggiamento che i pazienti mostrano nelle consultazioni, in particolare presso il livello di auto - stima di. In questo senso, qualsiasi trattamento per l'alitosi dovrebbe essere sensibile e intervenire nelle due aspetti: fisici e psicologici.

Odontoiatria e stomatologia a Barcelona
Fonte: articolo redacttato sulla base dell'esperienza e della carriera professionale del medico
*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione