Idrocefalo: Come viene rilevato, il trattamento e la cura

Autore: Dr. Carlos Botella-Asunción
Pubblicato: | Aggiornato: 17/02/2019
Editor: Patricia Pujante Crespo

L'idrocefalo è un eccessivo accumulo di liquido cerebrospinale (CSF), che si manifesta in dilatazione anormale dei ventricoli cerebrali conosciuti come spazi. Ciò provoca una pressione dannosa sul cervello, che è spesso trattata con un sistema di shunt o un catetere con una valvola. Tuttavia, il neurochirurgo indicherà il miglior trattamento in ogni caso.

Dilatazione dei ventricoli cerebrali. Idrocefalo nei neonati.

 

Qual è Idrocefalo

Idrocefalo deriva dalle radici greche del termine "idro" (acqua) e "cefalica" (testa). A seguito di questa definizione, si potrebbe dire che si tratta di una condizione la cui caratteristica principale è un cumulo di fluido eccessivo nel cervello. Tuttavia, la "acqua" è in realtà liquido cerebrospinale (CSF), un liquido trasparente che circonda il cervello e il midollo spinale. eccessivo accumulo di liquido cerebrospinale si esprime nella dilatazione anomala del cervello nota come spazi ventricoli. Questa dilatazione provoca una pressione nociva sul cervello.

Il sistema ventricolare del cervello è formato da quattro ventricoli cerebrali collegati. Tipicamente, il CSF scorre attraverso di esse, esce in cisterne (spazi chiusi che fungono da serbatoi) nella base della superficie cervello e bagna il midollo spinale e quindi viene riassorbita nel flusso sanguigno.

CSF ha tre funzioni vitali:1) Mantenere galleggiante tessuto cerebrale, che agisce come un cuscino o ammortizzatore.2) servire come veicolo per la consegna di sostanze nutritive per il cervello e la rimozione di detriti.3) fluire tra il cranio e della colonna vertebrale per compensare le variazioni del volume di sangue nel cervello.L'equilibrio tra la produzione e l'assorbimento di CSF è di vitale importanza. Idealmente, il liquido è quasi completamente assorbito dal flusso sanguigno che circola. Tuttavia, ci sono circostanze che impediscono o alterano produzione CSF, inibiscono il normale flusso. In questo momento l'equilibrio è disturbato compare idrocefalo.

 

Tipi di Idrocefalo 

L'idrocefalo può essere congenita o acquisita.- idrocefalo congenito: appare alla nascita e può essere causato da influenze ambientali durante lo sviluppo fetale o di predisposizione.- Acquisizione Idrocefalo sviluppa al momento della nascita o un momento successivo.

Inoltre, idrocefalo può anche essere comunicanti o non comunicanti:- Idrocefalo c omunicante: si verifica quando il flusso del CSF viene bloccato dopo aver lasciato i ventículos. Si è così chiamato perché il CSF può ancora scorrere tra i ventricoli, che restano aperti.- noncommunicating (o ostruttiva) idrocefalo si verifica quando il flusso del CSF è bloccato lungo una o più stretti percorsi che collegano i ventricoli. Una delle cause più comuni di idrocefalo è caso "acquedotto stenosi" derivante da un restringimento dell'acquedotto di Silvio, un piccolo passaggio tra il terzo e quarto ventricolo nel mesencefalo. 

Idrocefalo negli adulti 

Ci sono altre due forme di idrocefalo, che non rientrano nelle categorie di cui sopra, e che colpiscono soprattutto gli adulti:- Idrocefalo ex - vuoto si verifica quando v'è un danno al cervello, causata da un ictus (stroke) o lesione traumatica. In questi casi ci può essere una vera e propria contrazione (atrofia o deperimento) del tessuto cerebrale.- normoteso ( normale idrocefalo pressione) si verifica nel la anziani ed è caratterizzata da molti sintomi associati con altre condizioni che spesso si verificano nel l' anziano: perdita di memoria, demenza, disturbi dell'andatura, incontinenza urinaria e riduzione complessiva vita quotidiana. 

L'idrocefalo nei neonati 

E 'difficile stabilire i dati sull'incidenza e la prevalenza di idrocefalo, in quanto non v'è alcun registro nazionale dei pazienti che soffrono o disturbi associati con la malattia. Tuttavia, si ritiene che idrocefalo colpisce uno ogni 500 bambini. Attualmente la maggior parte dei casi sono diagnosi prenatale, alla nascita o nella prima infanzia. Inoltre, i progressi nella tecnologia di imaging diagnostico permettono più accuratamente di rilevare nelle persone con presentazioni atipiche.

 

L'idrocefalo si verifica come

L'idrocefalo può derivare da patrimonio genetico (stenosi aqueductal) o disturbi dello sviluppo come quelli associati con difetti del tubo neurale (compresi spina bifida e l'Encedalocele).Altre possibili cause sono:- Complicazioni di parto prematuro (emorragia ventricolare, per esempio).- Malattie come la meningite.- tumori.

- cervello o emorragia subaracnoidea bloccare l'uscita dei ventricoli alle cisterne ed eliminando le cisterne stesse.

 

sintomi Idrocefalo nella anziani sono simili a quelli della demenza

 

Sintomi di Idrocefalo 

I sintomi variano con l'età, la progressione della malattia e le differenze individuali nella tolleranza CSF. Un chiaro esempio è un bambino non ha la stessa capacità di un adulto per tollerare pressione CSF. Il cranio di un bambino può espandere per accogliere una maggiore CSF perché le suture (giunti fibrose che collegano le ossa del cranio) non sono ancora stati chiusi. 

Nell'infanzia, l'indicazione evidente di idrocefalo è il rapido aumento della circonferenza della testa o dimensioni della testa troppo grande. Altri sintomi possono includere vomito, sonnolenza, irritabilità, strizzando gli occhi verso il basso e convulsioni.

 

I bambini più grandi e gli adulti possono presentare sintomi diversi, perché i loro crani non possono espandersi per accogliere l'accumulo di liquido cerebrospinale. Pertanto, altri sintomi possono includere vomito, papilledema (gonfiore della papilla del nervo ottico), visione offuscata, diplopia (visione doppia), deviazione sotto gli occhi, scarso equilibrio, scarsa coordinazione, disturbi dell'andatura, incontinenza urinaria, riduzione o perdita di sviluppo, letargia, sonnolenza, irritabilità o altri cambiamenti di personalità e la conoscenza, tra cui la perdita di memoria.

 

L'idrocefalo è rilevato come 

Idrocefalo viene diagnosticata una neurologici valutazione clinica e illustrati tecniche craniche, quali:- Ecografia.- La tomografia computerizzata (CT).- La risonanza magnetica (MRI).- tecniche di registrazione della pressione intracranica.

Expert Neurochirurgia selezionare strumento diagnostico appropriato in base a età, presentazione clinica e la presenza di nota o sospetta di cervello o midollo spinale anomalie.

 

L'idrocefalo è come

L'idrocefalo è trattata chirurgicamente inserimento di un sistema di shunt. Questo sistema devia il flusso del CSF dall'interno del sistema nervoso centrale in un'altra zona del corpo dove può essere assorbito come parte del processo circolatorio.

Questo è un tubo elastico flessibile ma robusto. Così, si compone di un tubo, un catetere e valvola. Un'estremità del catetere viene inserito nel sistema nervoso centrale (nel ventricolo nel cervello o all'interno di una cisti o all'interno del midollo spinale). L'altra estremità del catetere è posizionato all'interno della cavità addominale, di solito, ma può anche essere situato in altre parti del corpo, come ad esempio in una camera cardiaca o in una cavità CSF polmone può drenare ed essere assorbito. La valvola posta lungo il catetere mantiene il flusso in una direzione e regola la quantità di flusso CSF.

Inoltre, un numero limitato di pazienti può essere trattata con una procedura alternativa, chiamato ventricolostomia. Così , un neuroendoscopio (piccola telecamera progettata per visualizzare piccole e difficili da raggiungere aree chirurgiche) permette al medico di visualizzare la superficie ventricolare. La portata è guidato in modo che possa essere fatto un piccolo foro nel terzo ventricolo, permettendo al CSF di bypassare l'ostacolo e fluire verso il sito di riassorbimento attorno alla superficie del cervello.

 

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Dr. Carlos Botella-Asunción
Neurochirurgia

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Questo sito Web utilizza cookie propri e di terzi per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle pubblicità relative alle sue preferenze, nonché per analizzare le sue abitudini di navigazione..