Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continua Politica dei cookies

Por Dra. Mayte Lázaro Casajús
Psichiatria

Il dottor Lazzaro Mayte è un noto psichiatra, oltre a una laurea in Criminologia. Offre la possibilità di fissare appuntamenti on-line. Dal 2011, egli agisce come professore presso la Facoltà di Medicina di Valencia. Nel 1995 è stato insignito del Premio per il miglior lavoro di ricerca della Società Psichiatrica di Valencia.

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente

Mobbing, la violenza sul posto di lavoro

Mobbing, o molestie psicologiche sul posto di lavoro, è una situazione in cui una persona tiene una violenza psicologica estrema su un'altra persona o le persone sul posto di lavoro. Si trova all'interno della specialità di psichiatria ed è considerato un problema di salute pubblica da parte delle Nazioni Unite e attualmente è un reato nel codice penale spagnolo.

mobbing Che cosa è il mobbing?

Il mobbing è una forma di violenza sul posto di lavoro; anche se si tratta di un incidente tempestiva non è considerato molestia. Questa violenza è esercitata in modo sistematico e ricorrente per un prolungato al fine di distruggere le reti di comunicazione della vittima, distruggendo la sua reputazione professionale, alterare il corso del loro lavoro e rendere finalmente giunto il momento, che la persona si esaurisce lasciando il posto lavoro.

Numerosi studi dimostrano che il bullismo si verifica più frequentemente nelle più grandi aziende, università e ospedali.

Profilo: vittima e molestatore

C'è un profilo psicologico della vittima di bullismo, e chiunque può essere vittima di questa situazione in un dato momento. Tuttavia, ci sono altre persone a rischio di mobbing. Si tratta di persone con un alto senso di moralità e un livello di auto domanda molto rigorosa, con grande rispetto per le norme sociali, attenti all'immagine, autonome iniziative, con grande capacità professionale e apprezzato dai suoi colleghi.

Per quanto riguarda il profilo di stalker, di solito è una persona senza alcun senso di colpa, manipolativo, vile, aggressivo e talvolta anche professionalmente mediocre.

Come si può sapere se qualcuno è il bullismo?

Principalmente a causa della comparsa di ansia, la presenza di una paura intensa e continua, la sensazione di minaccia costante nei luoghi di lavoro. altri disturbi emotivi come sensazione di fallimento, impotenza e frustrazione, scarsa autostima o apatia, difficoltà di concentrazione e attenzione, insonnia, somatizzazione, irritabilità, tristezza e può verificarsi anche malinconia. Questo può portare alla persona colpita sviluppa comportamenti per ridurre la loro ansia che causano una dipendenza da alcol o altre droghe.

Alla fine, questa situazione riguarda anche il loro ambiente sociale e familiare interferire nella loro vita quotidiana e con conseguenze molto gravi, come il suicidio.

Come affrontare un caso di mobbing

In primo luogo, deve prendere coscienza dell'esistenza di mobbing. La maggior parte delle vittime richiedono mesi per rendersi conto che sono affetti molestie psicologiche, per cui vi è già un notevole impatto psicologico. Una volta a conoscenza di essa è presa, la vittima deve essere posto nelle mani di un professionista esperto in questa patologia, al fine di riconquistare la loro salute mentale.

Una volta recuperato stabilità, lo specialista consiglierà e vi guidi sulle diverse strategie esistenti per affrontare il bullismo. Richiede società di ricerca specializzata e lancia la denuncia del caso con l'ispettorato del lavoro, come preludio alla procura caso gradino (sociale, penale o civile), che sarà opportuno per ordinare una perizia psichiatrica.

Psichiatria a Valencia
Fonte: articolo redacttato sulla base dell'esperienza e della carriera professionale del medico
*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione