Lupus eritematoso: una malattia genetica

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 15/10/2017 17:04
Fonte: Articolo redatto in base all’esperienza e alla carriera del medico

 

Definizione e tipologia

Lupus eritematoso è un gruppo eterogeneo di malattie che sono legati allo sviluppo di autoimmunità diretto contro diverse parti del DNA delle cellule stesse.

Ci sono fondamentalmente due tipi di Lupus eritematoso: sistemico e cutanea. Ad una estremità della malattia, lupus sistemico può manifestarsi come una miscela di vari sintomi come l'artrite, disturbi renali, disturbi neurologici come psicosi o convulsioni, e riducendo le cellule di difesa anemia nel sangue, versamenti pleurici e disturbi cardiopolmonari, insufficienza cardiaca , disturbi digestivi come l'epatite, pancreatite, manifestazioni oculari come la congiuntivite, lesioni cutanee, dolori alla bocca.

Lupus cutaneo sarebbe l'altra estremità dello spettro di malattia con lesioni cutanee di solito appaiono sulle zone esposte al sole (viso, collo, avambracci, mani) e nella forma ed evoluzione sono classificati in acuta, subacuta o cronica. Forme acute sono più fortemente associati con lo sviluppo di lupus sistemico.

 

Sviluppo di lupus e sintomi

È necessario che un individuo ha i geni giusti per la malattia. In una persona geneticamente predisposti, la malattia può manifestarsi in un ordine determinato dall'azione di vari fattori quali infezioni virali momento, esposizione al sole, alcuni farmaci o tabacco. A priori, non è possibile sapere quali individui hanno questa propensione a prendere misure preventive.

Sintomi cutanei della malattia sono diversi a seconda della forma clinica. Forme acute sono caratterizzate da lesioni in rosso, piastre, su entrambi i lati del naso e guance. Spesso accompagnata da febbre, malessere, affaticamento e può far parte di una forma sistemica. Le lesioni subacute verificano come urti rossi, diverse dimensioni, non per fiocchi, di solito distribuite sulla fronte, guance, naso e anche il collo, schiena e avambracci. Forme croniche producono lesioni rossastre, in particolare sul viso e sul collo, che crescono lungo il bordo con le croste dure e lasciando zone biancastre in cicatrice centrale.

 

Trattamento

Oggi non esiste una cura. Si tratta di una malattia che evolve in germogli e non deve essere attivo continuamente. Abbiamo trattamenti efficaci, sia di attualità e orali controllo della malattia.

Forme lievi possono essere trattati con creme cortisone. Più gravi forme cutanee spesso richiedono un trattamento orale con anti-infiammatori. I più utilizzati sono gli antimalarici, anche con immunosoppressori. E 'molto importante se la malattia è la protezione della pelle, sole, insieme a filtri solari, insieme con un indumento appropriato. Smettere di fumare è un altro molto utile per la malattia, o cutanea o aspetto sistemico.

 

Dermatologia a Madrid
*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Dr. Alberto Romero Maté
Dermatologia

Questo specialista in Dermatologia ha una storia di oltre 15 anni. Lui è un esperto nel trattamento della psoriasi e attualmente è Vice medica Dermatologia e Capo del monografico psoriasi e malattie immunologiche presso l'Ospedale de Fuenlabrada di Madrid dottore.

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


TOPDOCTORS utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la sua esperienza come utente nella nostra web e raccogliere dati statistici attraverso l'analisi dei suoi dati di navigazione. Se prosegue con la navigazione, ci dà il consenso all'uso dei cookie. Può modificare la configurazione dei cookie o trovare maggiori informazioni qui.