TOPDOCTORS utiliza cookies propias y de terceros para facilitar su experiencia como usuario de nuestra web y captar datos estadísticos mediante el análisis de sus datos de navegación. Si usted continúa con la navegación, entendemos que nos ofrece su consentimiento para el uso de cookies. Puede cambiar la configuración de cookies u obtener más información aquí.

Dr. Alberto Llorente de la Fuente
Unità del dolore

Prestigioso specialista Pain Unit, dottor Llorente de la Fuente è laureato in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Valladolid dal 1988 e specialista MIR Anestesiologia presso l'Ospedale Universitario di Valladolid, insieme a Dottore in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Valladolid. Vi è anche il riconoscimento della capacità di ricerca come ricerca e formazione, attraverso il quale egli è stato coinvolto e condurre diversi studi scientifici relativi alla loro specialità. La sua carriera di primo ministro è stato riconosciuto in diverse occasioni. Autore e coautore di numerosi articoli, libri e pubblicato a comunicazioni nazionali e internazionali. Parallelamente al suo lavoro clinico, si è dedicato all'insegnamento, essendo docente di vari corsi nazionali. Attualmente, essa appartiene al personale medico della clinica Bakers Valladolid.

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente

Il dolore sacro-iliaca: il grande sconosciuto

sacroiliaca Sacroiliaca (ASI) è responsabile per il 15-25% dei casi di lombalgia cronica. La difficoltà per la diagnosi rende il dolore sacro-iliache è spesso sottovalutato e non adeguatamente trattata, con conseguente condizioni di dolore cronico in evoluzione a lungo termine. Molti pazienti con unilaterale mal di schiena, dolore che si irradia alla gamba o anca o regione glutea in realtà soffrono di dolore di ASI. La complessa anatomia di questa joint può essere responsabile per la loro ignoranza e la difficoltà diagnostiche.

Per fortuna, ogni volta di più specialisti in Pain Unità sarà aumentare la consapevolezza dell'esistenza di questa tabella e sono il miglioramento dei criteri per una corretta diagnosi e trattamento.

 

Localizzazione del dolore nel sacroiliaca

dolori sacroiliaca Il dolore sacroiliaca spesso associata a dolore dalle vertebre lombari inferiori. In genere si riflette dolore lombo-sacrale (75%), dolore nella zona dei glutei (94%) o il dolore si irradia alla gamba (28%). Il dolore può avere origine in una qualsiasi delle strutture del sacro-iliaca: superfici articolari, legamenti periarticolari sacro-iliache e muscoli, o una loro combinazione.

 

La diagnosi di dolore nel sacroiliaca

La diagnosi clinica per i test di screening e di provocazione può essere molto chiaro. Non ci sono studi clinici che fanno riferimento a un sintomo di una malattia specifica. La maggior parte indicativo è se il dolore unilaterale, sotto la vertebra L5 o la palpazione del ASI e l'assenza di altre malattie come i tumori, tumore o infiammazione o dolore neurogena. Inoltre convenzionale radiologia, ecografia e la risonanza magnetica possono causare un elevato numero di falsi positivi e negativi, per cui è considerato il miglior metodo diagnostico è un blocco di test di sacroiliaca con anestesia locale. Si tratta di un semplice serratura che viene eseguita sotto radiologica o ecografia e se positiva conferma la diagnosi e stabilisce la base per il trattamento definitivo.

 

Trattamento del dolore nel sacroiliaca

trattamenti conservativi come i farmaci anti-infiammatori e analgesici, riabilitazione e terapia fisica, iniezioni intra-articolari di steroidi, ecc si sono dimostrate efficaci solo in alcuni casi, ma ancora devono essere pre-testato in azioni più aggressive.

RF sacrum In casi resistenti, la terapia di scelta è fibre nervose RF raggiungono le strutture sacroiliache, cioè nella parte posteriore L5 e ramo S1, S2 e S3. La portata dei nervi per l'ASI è in gran parte dipendente da rami successive, rendendole accessibili al approccio posteriore con rischio limitato. La variabilità dei risultati per le differenze anatomiche spiegato nella distribuzione di innervazione sacroiliaco. In ogni caso si tratta di una procedura eseguita su base ambulatoriale ma all'interno della ambiente sterile di una sala operatoria. Esso viene interrotto da portare corrente fibre dolorosa e innervazione ASI viene effettuata per via percutanea.

il dolore sacro-iliaca Tra i molti metodi utilizzati radiofrequenza e ampiamente studiati, miglioramenti presentate nel 50-70% dei pazienti per lungo tempo, come 36 mesi. intrarticolare radiofrequenza fissa è meno efficace (50%), l'RF "freddo" provoca lesioni più grandi, ma la loro efficacia non è stata dimostrata maggiore. Tra i metodi che preferisco per il suo più efficace includono il cosiddetto metodo di palizzata (comprensivi di posizionare gli elettrodi ad una distanza di 6 cm dalla fori sacrali nel giunto, formando una linea continua di interruzione del traffico del nervo (immagine sinistra)) o il più difficile tecnicamente, il blocco selettivo delle radici dorsali L5 e S1, S2 e S3 all'uscita dei fori sacrali (immagine di destra) utilizzando radiofrequenza bipolare.

Queste tecniche eseguite con le opportune precauzioni, controllando la reazione sensoriale e motoria e l'impedenza (rapporto tra tensione applicata e la corrente e la risposta prodotta nel corpo), riportati solo gli effetti collaterali e può essere eseguita con sedazione lieve 20-40 minuti, E 'su una base ambulatoriale.

 

A cura di Roser Berner Ubasos

Unità del dolore presso Valladolid
Fonte: Articolo redatto in base all’esperienza e alla carriera del medico

Publicado por: Roser Bernés Ubasos

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione