TOPDOCTORS utiliza cookies propias y de terceros para facilitar su experiencia como usuario de nuestra web y captar datos estadísticos mediante el análisis de sus datos de navegación. Si usted continúa con la navegación, entendemos que nos ofrece su consentimiento para el uso de cookies. Puede cambiar la configuración de cookies u obtener más información aquí.

Dr. Bernardino Miñana López
Urologia

Dr. Miñana Lopez ha una vasta esperienza in malattie urologiche e trattamenti contro il cancro, in particolare quelli relativi al rene, della vescica e della prostata. Ha una vasta cura e la carriera di ricercatore. Egli è capo di Urologia Morales Meseguer Hospital di Murcia per 19 anni e nel 2014 ha fondato il Mediterraneo Urological Corporation (www.curomed.es) per la fornitura di servizi multidisciplinari urologiche, che è un pioniere nel trattamento del cancro focale prostata nel nostro paese. Dopo più di 25 anni di esperienza, anche si occupa della formazione dei futuri professionisti, dirigendo il Dipartimento di Urologia presso l'Università Cattolica San Antonio di Murcia. Partecipa anche come collaboratore e docente di vari enti di beneficenza.

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente

La diagnosi precoce è fondamentale per superare il cancro alla prostata

Anche se il cancro alla prostata è il più comune negli uomini, e vengono diagnosticati ogni anno circa 25.000 nuovi casi in Spagna, nel 90% dei casi può essere curata. La diagnosi precoce è fondamentale per la sopravvivenza.

Si tratta di uno dei tipi più comuni di cancro negli uomini ed è il secondo tumore con un aumento della mortalità nei paesi occidentali, dopo il cancro del polmone. Il cancro della prostata è diagnosticato con malattia metastatica incurabile in un numero significativo di casi, circa 800 casi all'anno.

La buona notizia è che la maggior parte sono diagnosticati in fasi in cui è potenzialmente trova a prostata (90%) e può essere curata.

 

Diagnosi del carcinoma prostatico

 

Oggi la maggior parte dei casi diagnosticati sono asintomatici, cioè senza sintomi evidenti. In effetti, due su tre sono rilevate solo a seguito di un esame del sangue ordinato dal vostro urologo o medico di famiglia, in cui un PSA (antigene prostatico specifico) si osserva alto.

Nel resto, la presenza di sintomi urinari (difficoltà a urinare, dover urinare con urgenza, minzione più frequente del solito, alzarsi di notte per urinare, urinare sangue, ecc), anche se spesso associata, spesso può derivare da problemi benigni , che richiede una valutazione approfondita del problema alla prostata sottostante.

Il rischio di cancro alla prostata aumenta con l'età. Nel nostro paese l'età media alla diagnosi è di 69 anni. Tuttavia, ogni volta che viene diagnosticato in età precedenti.

 

Lo screening del cancro della prostata

Oggi, è possibile conoscere il rischio di cancro alla prostata in via di sviluppo i livelli di PSA a 40-45 anni. Pertanto, la revisione dopo 45 anni se hanno per coloro che non hanno raccomandato storia familiare diretta e 50 anni.

Quando il cancro alla prostata si diffonde al di fuori di esso, di solito colpisce le ossa in più dell'80% dei casi, con grande impatto sulla qualità della vita per il dolore e la perdita di funzione coinvolta. Nelle fasi successive può diffondersi ad altri organi principalmente fegato e polmoni.

Quando si è diffuso al di fuori della prostata, oggi è considerato non curabile.

 

Gestione del cancro alla prostata

Il trattamento dipende dallo stadio quando è diagnosticato. Se diagnosticato precocemente, quando si trova all'interno della prostata, alcuni tumori possono essere seguiti per un po 'senza essere trattati.

In altri, è possibile applicare tecniche di terapia focali al fine di controllare il tumore senza rischio di impotenza o incontinenza, che sono i principali complicazioni di trattamenti radicali che si applicano all'intero prostata.

I trattamenti radicali sono (aperto, laparoscopica o laparoscopica robot-assistita) prostatectomia radicale, radioterapia esterna o brachiterapia. Ognuna di queste tecniche presenta un profilo di effetti collaterali diverso. Impotenza, problemi di incontinenza e del retto in caso di radioterapia, sono le principali complicanze. Essi si verificano molto meno i più esperti il ​​chirurgo o radiazioni oncologo.

Quando il tumore si è diffuso al di là dei trattamenti ormonali prostata che causano la castrazione chimica che vengono comunemente utilizzati. Dopo un tempo di risposta, di solito qualcosa superiore a un anno, il tumore diventa resistente alla castrazione e comincia a progredire. In questa fase finale che stanno emergendo nuove terapie in grado di prolungare la vita con eccellente qualità della vita.

 

La prognosi del cancro della prostata

I tassi di sopravvivenza dipendono da come presto la malattia è diagnosticata. Sopravvivenza quando diagnosticato precocemente è molto elevato (oltre l'80% a 15 anni) e di adattare il trattamento da applicare in modo tale che coloro che permettono una maggiore sopravvivenza con minori effetti collaterali.

Nei casi di malattia metastatica avanzata, oggi siamo in grado di raggiungere le medie di sopravvivenza oltre 4 anni. Pertanto, ancora una volta, è necessario sottolineare la diagnosi precoce.

Non possiamo evitare perché sanno sue cause profonde. Pertanto, possiamo soltanto, e fortemente raccomandare, per diagnosticare il più presto possibile in una forma molto semplice che consiste di eseguire un esame rettale digitale e un semplice esame del sangue per determinare il PSA.

Maggiori informazioni su. curomed.es "> medico web

 

Urologia presso Murcia
Fonte: Articolo redatto in base all’esperienza e alla carriera del medico

Publicado por: Top Doctors®

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione