Il dibattito sul PSA continua: Vantaggi e svantaggi

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 17/10/2017 15:18
Fonte: Articolo redatto in base all’esperienza e alla carriera del medico

La raccomandazione del PSA (antigene prostatico specifico) per tutti i maschi sopra i 50 anni per lo screening o la diagnosi precoce del cancro della prostata è sempre più messa in discussione. Questo indicatore, che viene utilizzato per più di 20 anni nella pratica clinica, è diventata un'analitica di routine interroga i medici di famiglia e urologi. Tuttavia, nonostante la sua diffusione, la recente comparsa di numerose pubblicazioni, la più recente del gruppo di lavoro degli Stati Uniti Preventive Services Task Force (USPSTF) , riapre il dibattito sul suo uso.

Perché non fare o di diagnosi precoce del tumore alla prostata?

Ci sono una serie di ragioni per la diagnosi precoce. Senza dubbio, il più significativo è che il cancro alla prostata è il tumore più comune negli uomini, e che il trattamento precoce aumenta la sopravvivenza del tumore. Come nota, il 9% degli uomini oltre i 50 soffrono di cancro alla prostata (PAC), ma solo il 3% muore in conseguenza di esso. Per rilevare in anticipo l'esecuzione di un esame rettale è consigliato e soprattutto la PSA. Prima dell'era PSA, solo il 30% dei tumori sono stati diagnosticati in una fase precoce, vale a dire, i tumori localizzati erano potenzialmente curabili. Dopo l'introduzione del PSA queste percentuali sono cambiati drasticamente, ed ora la maggior parte dei tumori sono diagnosticati quando si trovano.

Il lato negativo è che molti pazienti sottoposti a biopsie prostatiche non necessarie senza nemmeno un tumore, e chi ce l'ha, il 50% non hanno alcuna rilevanza clinica, cioè overdiagnosed e trattamento eccessivo, sono. Ciò comporta il rischio di effetti collaterali del trattamento, in particolare due; impotenza e incontinenza, una notevole percentuale di pazienti con un tumore con una buona prognosi di morte non sarà trattata o meno. Pertanto, i principali inconvenienti di PSA sono che non è marcatore specifico per il cancro della prostata, e non possono differenziare i tumori sono aggressivi, che possono mettere in pericolo la vita del paziente, da cui non sono.

Calante PSA quantificazione della mortalità PAC?

Nonostante l'uso diffuso di PSA e innumerevoli pubblicazioni in letteratura scientifica, non abbiamo avuto prova diretta che presto accreditato biopsia della prostata. Per questo sono stati esami necessari a lungo termine (più di un decennio di follow-up) con un gran numero di pazienti in cui la mortalità per cancro della prostata in pazienti che sono sottoposti a verifiche o diagnosi precoce rispetto ai pazienti non essere paragonato (gruppo controllo). Nel 2009 due studi, uno americano (pubblicato PLCO ) con circa 80.000 pazienti e quello europeo ( ERSPC) che copre più di 150.000, che ha cercato di rispondere a questa domanda. Tuttavia, i risultati non sono definitivamente chiarito la situazione.

Pertanto, lo studio americano ha trovato alcuna differenza nella sopravvivenza tra i due gruppi, anche se, come critico, il 40% dei pazienti del gruppo di controllo sottoposto volte determinazioni di PSA, quindi questo "inquinamento polarizzazione" si mette in dubbio l'autenticità dei risultati. Lo studio europeo, più pazienti, indicando sì, a 9 anni di follow-up, una diminuzione del rischio di morire di cappuccio 20%. Tuttavia, per prevenire la morte da PCa, ci sono voluti 1.410 uomini e prova di diagnosticare e curare 48. Un esempio è quello di prevenire una morte è essenziale nel cancro al seno e 1.000 donne testato per diagnosticare e trattare 10. Con più anni di follow-up, i risultati recentemente pubblicati sono migliori, soprattutto in un gruppo di pazienti svedesi, sostenendo ulteriormente il ragionamento di coloro che sono a favore della diagnosi precoce.

Perché continuare a utilizzare il PSA?

Nonostante i dubbi, il PSA rimane la prova più efficace esiste per rilevare il cancro alla prostata e per il follow-up quando si è già stati diagnosticati. La chiave è il loro uso razionale, come ea chi da applicare, e su una corretta interpretazione dei loro valori. La generalizzazione ha portato costantemente a tutti gli uomini che frequentano una query è determinato, hanno la loro età senza especificarles i pericoli ei benefici di tale analisi. Idealmente il paziente a spiegare gli obiettivi della loro quantificazione, i loro pro e contro e, se determinata, razionalizzare il loro uso. Così, per esempio, non dovrebbe essere fatta o dovrebbe essere lasciato per determinare negli uomini più di 70 o 75 anni o comunque in pazienti con un'aspettativa di vita inferiore a 10 anni, poiché in questi casi i vantaggi rilevare un tumore sono pochi.

Né è necessario in molti casi di quantificare ogni anno, come nei pazienti che hanno valori più bassi un rischio di sviluppare un tumore è praticamente nullo. Pertanto, in attesa di qualche indicatore che appare o un sapore migliore, il PSA continuerà ad essere utilizzato, la chiave è di fare bene.

Urologia a Valencia
*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Dr. Manuel Martínez Sarmiento
Urologia

Laurea in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Valencia, il dottor Manuel Martinez Sarmiento è un medico specializzato in urologia. Attualmente lavora come urologo presso l'Ospedale di Valencia Casa Salute e membro del gruppo di uro-oncologia e laparoscopia Hospital dell'Università e del Politecnico La Fe di Valencia.

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


TOPDOCTORS utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la sua esperienza come utente nella nostra web e raccogliere dati statistici attraverso l'analisi dei suoi dati di navigazione. Se prosegue con la navigazione, ci dà il consenso all'uso dei cookie. Può modificare la configurazione dei cookie o trovare maggiori informazioni qui.