70% dei casi di ADHD sono ereditate

Autore: Dra. Sol Florensa Brichs
Pubblicato:
Editor: Noelia Pino García

Il deficit di cura dei bambini e degli adolescenti, più comunemente conosciuto come ADHD, è un disordine dello sviluppo neurologico infanzia in tenera età. Essa è caratterizzata principalmente da disattenzione, ma può anche essere accompagnato da iperattività e impulsività. Specialisti in pediatria dicono che questo disturbo colpisce il 5% della scuola - bambini in età. Essa non riguarda solo il malato, ma anche la famiglia e l'ambiente.

La presenza o assenza di questi tre sintomi e il grado in cui sono presenti stabilisce tre sottotipi clinici:

  • ADHD sottotipo disattento predomina deficit di attenzione
  • ADHD iperattivo e impulsivo sottotipo: prevalentemente iperattività e impulsività
  • ADHD sottotipo combinato: tre sintomi compaiono simili

Questi sintomi devono essere presenti prima di 7 anni e per un periodo superiore a 6 mesi. Questi sintomi devono avvenire in varie situazioni e luoghi quotidiane (a casa, a scuola, ecc) e interferire con le attività sociali e accademiche del bambino.

ADHD può portare ad altre malattie; infatti, più del 70% dei pazienti affetti affetti da altri disturbi. Deficit di attenzione interferisce con l'acquisizione di conoscenze e, quindi, nel rendimento scolastico. Iperattività e impulsività compromettono il corretto rispetto delle regole di convivenza.

Quali sono le cause di ADHD?

Oltre il 70% dei casi, l'ADHD è ereditaria. La sua causa è anche legato a fattori ambientali come presenza ambientale di metalli pesanti quali mercurio o carenza di ferro nei bambini.

il consumo di tabacco da fiuto durante la gravidanza aumenta di 2,5 volte il rischio per questa malattia. Essa è anche associata a malattie che causano danni cerebrali durante la gravidanza, come la prematurità o di encefalopatia ipossico-ischemica.

 

Trattamento di ADHD

Il trattamento per ADHD può essere farmacologica o non, come entrambi si sono rivelati efficaci, specialmente quando utilizzati insieme.

parte non farmacologiche consiste in un trattamento psicoeducativo da eseguire con i genitori, con i bambini e anche a scuola. E 'di spiegare ciò che la malattia, perché si verifica e come si può migliorare. D'altra parte, il trattamento farmacologico viene eseguito con psicostimolanti.

 

A cura di Noelia García Pino

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Dra. Sol Florensa Brichs
Pediatria

Dr. Florensa è un rinomato specialista in pediatria. Ha più di 25 anni di esperienza nella professione e una vasta formazione in diversi campi della specialità. In particolare, è uno specialista in cura per i bambini adottati, sia nelle adozioni nazionali e internazionali, sia in pediatria ambulatoriale. Nel corso della sua carriera professionale ha combinato il suo lavoro di cura con un importante compito informativo. In questo senso, organizza annualmente, e per 27 anni, il giorno della pediatria ambulatoriale. Attualmente è la direttrice dell'Unità di assistenza all'infanzia del Quirón Dexeus University Hospital - Paido Dex, nonché di un pediatra di base in quel centro.

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Questo sito Web utilizza cookie propri e di terzi per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle pubblicità relative alle sue preferenze, nonché per analizzare le sue abitudini di navigazione..