Scopri perché soffre capogiri o vertigini

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 16/10/2017 22:15
Fonte: Articolo redatto in base all’esperienza e alla carriera del medico

Che cosa è la vertigine e come si differenzia da una malattia?

Vertigo è un sintomo vestibolare è una sensazione di rotazione o unità. La parola vertigini, tuttavia, è più ampio e si riferisce sia ad un debole, fading, uno squilibrio o un senso di difficoltà di concentrazione. Pertanto, l'ingresso è necessario per effettuare una attenta valutazione dei sintomi per una diagnosi utile ed efficace, che è accessibile in molti casi senza prove supplementari.

Quali sono le cause di vertigini e capogiri?

Innanzitutto, è necessario spiegare che la normale stabilità del corpo è il risultato della continua interazione dell'apparato vestibolare con meccanismi visivi e sensoriali, e che questo è modulata dal sistema nervoso centrale. Qualsiasi disfunzione o lesioni a uno di questi meccanismi possono creare problemi di stabilità o di portare a sintomi vestibolari, come capogiri o vertigini. Pertanto, per il neurologo è essenziale per comprendere i codici diagnostici e di far fronte come un possibile reddito o la domanda di un test separato.

Come vertigini o capogiri diagnosticata?

È importante eseguire una storia completa e un esame fisico. Tuttavia, negli ultimi anni hanno sostituito il tradizionale metodo di diagnosi (che si basava sulle categorie classiche di vertigini e capogiri, come presincope, disequilibrio o vertigini non specifico) per i modelli sindromiche basata sui tempi e trigger. Questi modelli sono quattro: presentazione vertigini sintomi vestibolari acuti spontanei ma prolungati, vertigini presentavano sintomi vestibolari episodici sintomi vestibolari posizionali o episodici, ma anche spontanea, e in quarto luogo instabilità o vertigini cronica. Ciascuno di questi modelli consente di differenziazione rari e pericolosi altre cause comuni di benigna. Cioè, con un approccio focalizzato fin dall'inizio si può raggiungere una diagnosi corretta ed efficiente.

Quali sono le forme più comuni di vertigini e capogiri?

Se distinguiamo sintomi episodici acute o croniche delle forme più comuni sono: neurite vestibolare, nel caso di episodi prolungati, la VPPB, che è il tipo più comune, e vertigini ricorrenti ed emicrania vestibolare, Meniere o attacchi ischemici transitori. Se siamo di fronte ad un quadro di instabilità o vertigini prolungata, il medico dovrebbe valutare se vi sia stato un processo che è stato ostacola la compensazione con l'aggiunta di clinica, quali il tipo di occhio (cataratta o strabismo) di tipo sensibile come la neuropatia periferiche alcolica o diabetico o un processo neurologico come parkinsonismo, causando un deficit in mobilità o di fiducia che causano paura di cadere o di un disturbo psicologico.

Come diversi tipi di vertigini o capogiri trattati?

Il trattamento deve essere collegato a una diagnosi specifica in base alla storia clinica ed esame. In questo esame occhio l'esplorazione, l'esame delle manovre vestibolari e test ortostatico arteriosa è essenziale. Vertigini, se cronica, quando a cercare una causa di fondo, con consigli appropriati, eliminando soppressori vestibolari o tranquillanti.

Neurologia a Barcelona
*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Dr. Jaume Tarradellas Bertran
Neurologia

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


TOPDOCTORS utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la sua esperienza come utente nella nostra web e raccogliere dati statistici attraverso l'analisi dei suoi dati di navigazione. Se prosegue con la navigazione, ci dà il consenso all'uso dei cookie. Può modificare la configurazione dei cookie o trovare maggiori informazioni qui.