TOPDOCTORS utiliza cookies propias y de terceros para facilitar su experiencia como usuario de nuestra web y captar datos estadísticos mediante el análisis de sus datos de navegación. Si usted continúa con la navegación, entendemos que nos ofrece su consentimiento para el uso de cookies. Puede cambiar la configuración de cookies u obtener más información aquí.


*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Scopri le principali cause di perdita dell'olfatto

La perdita di odore è una malattia che colpisce il funzionamento degli altri sensi, dal 80% del sapore otteniamo ad esempio un alimento viene di odore e solo il 20% viene dal gusto. Pertanto, come ha sottolineato l'otorinolaringoiatra José María Guilemany Toste , con una perdita dell'olfatto drammaticamente alterato il gusto delle cose si verifica.

Le principali cause di perdita dell'olfatto, parziale o totale, sono associati con l'infiammazione della mucosa del seno (rinosinusite cronica con o senza polipi, o rinite allergica), infezioni sinusali (virali o batteriche, come l'influenza), trauma cranica (bulbo olfattivo e delle fibre olfattive), malattie neurodegenerative (come la sclerosi multipla, Parkinson, Alzheimer) o fumare.

Rinosinusite cronica colpisce più del 10% della popolazione spagnola e polipi ( poliposi nasale ) al 3-5% della popolazione generale, quest'ultimo associato in molti pazienti con asma e l'intolleranza ai FANS. Non esiste una cura per questa malattia e l'intervento chirurgico è riservato per i pazienti che non rispondono al trattamento medico.

La perdita odore in pazienti con poliposi infiammatoria è soprattutto perché il poliposi nasale è una delle malattie che infiamma la mucosa nasale e dei seni, causando infiammazione e conseguente alterazione della mucosa olfattiva. La rinite allergica, soprattutto persistente, è una malattia che provoca la perdita dell'olfatto più spesso, ma di solito in parte.

Fattori di rischio Rare

Cause meno comuni riguardano l'assunzione di antidepressivi o anti-infiammatori, cocainomane, esposizione a tossici, fattori nutrizionali domestici e industriali come la mancanza di vitamine (A, B6, B12), la radioterapia (ove soffrire tumori della testa e del collo) o altri fattori congeniti (anosmia congenita o albinismo).

presso
Fonte: Dr. José María Guilemany Toste

Pubblicato da: Top Doctors®

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione