Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continua Politica dei cookies

Por Dr. Antoni Molina Ros
Traumatologia

Specialista riconosciuto in traumatologia, il Dr. Molina Ros è un membro della Chirurgia Colonna e Traumatologia servizio LENOX Corachan. Dottorato di ricerca in Chirurgia presso l'Università Autonoma di Barcellona. Professore presso l'Università Pompeu Fabra e l'Università Autonoma di Barcellona. Ha lavorato in più di 60 pubblicazioni, sia a livello nazionale che internazionale. E 'membro di varie società mediche.

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente

chirurgia spinale

Poiché la colonna vertebrale o colonna occupa quasi l'intero scheletro di lunghezza, struttura e rapporti anatomici sono diversi se situata nel collo, torace o inferiore della schiena e questo fenomeno influisce interventi chirurgici che possono essere eseguite come pure i loro vantaggi e rischi.

Quando la chirurgia è necessaria colonna

Processi di crescita di cellule anormali, come nel cancro, che colpisce la colonna vertebrale e potenzialmente ferire o può danneggiare il tessuto nervoso devono essere trattati con la procedura appropriata in modo rapido ed efficace in combinazione con Oncology.

In processi neurologici responsabile del funzionamento urologico o fecale, chirurgia spinale dovrebbe essere eseguita rapidamente ed efficacemente. Recupero della funzione e le conseguenze meno possibili è direttamente correlata alla lunghezza del tempo trascorso dopo l'insorgenza dei sintomi fino chirurgico.

Quadri clinici invalidanti sintomi neurologici come l'incapacità di muovere un arto o parte sia del braccio o della gamba: in questa situazione è importante per determinare quanto tempo ha questo deficit, perché se il tempo trascorso è maggiore di tre settimane, il risultato clinico dopo l'intervento chirurgico è simile al trattamento conservativo dopo un anno di evoluzione.

In altre situazioni è indicata la chirurgia quando dopo adeguato trattamento medico e riabilitazione, farmaci e / o infiltrazioni, per il tempo necessario e sufficiente, il paziente continua con dolore nella colonna vertebrale o arto a causa di un disturbo situato colonna.

La ragione più comune per cui l'intervento chirurgico viene eseguito in pazienti giovani sono ernia del disco, mentre i pazienti adulti sono agenti atmosferici processi come l'artrosi, di solito si trova nella colonna cervicale o lombare.

Tipi di chirurgia spinale

ambulatori spinale tipicamente eseguiti in chirurgia ortopedica e traumatologia il modo più semplice possiamo differenziare in due gruppi principali, tra cui interventi di chirurgia maggiore e chirurgia minore (maggiore e minore termine non è sinonimo di maggiore o minore). All'interno di questi due gruppi si può anche distinguere diverse tecniche.

Tipi di chirurgia maggiore

decompressione degli elementi nervosi: queste procedure possono essere eseguite congiuntamente e sono comuni nella colonna cervicale, toracica e lombare:- Laminotomia / laminectomia- Discectomia / microdiscectomia- foraminotomia

artrodesi "statica" (tenere colonna fisso): la sua utilità è in deformità (scoliosi) nei processi degenerativi (artrosi) e fratture.

"dinamica" artrodesi (permettono un certo grado di movimento): la solita utilità è in processi degenerativi lombari• Combinando decomprimere i radici nervose con le tecniche descritte e impostazione del "statico" e / o "dinamico" vertebre posteriormente è una possibilità frequente.

Dispositivi inter-spinosi

protesi di disco intervertebrale: la sua utilità è il livello di colonna vertebrale cervicale e lombare.

Tipi di Chirurgia Minore

vertebroplastica e cifoplastica: la sua utilità è in quei pazienti, di solito di sesso femminile, che soffrono di fratture da osteoporosi, per alleviare il dolore che essi presentano.• chemionucleolisi: non è più utilizzato di frequente dai progressi in altre tecniche e l'esistenza di eventuali reazioni allergiche al prodotto letale iniettato, papaia.• ozonoterapia: non vi è alcuna prova della sua utilità.• IDET. "Elettrocoagulazione intradiscale" non vi è alcuna prova della loro utilità e il loro rischio è superiore al beneficio che può portare.

Le tecniche utilizzate in ogni paziente dipendenti della clinica e la decisione del chirurgo con la loro esperienza e la base terapeutica per i migliori risultati secondo il desiderio del paziente

 

Benefici e rischi della chirurgia spinale

I vantaggi di questi interventi chirurgici sono volti ad eliminare il dolore che è causato da: comprimendo una struttura neurologica (midollo spinale e / o dei nervi) e / o usura a livello dell'osso per età, sovraccarico o dopo un trauma. Queste procedure sono progettati in modo che il paziente può tornare ad una forma adeguata alla loro normale. Tuttavia, queste possibilità sono ridotte quando il carico è normale livello di attività della colonna o se la loro struttura corporea è maggiore della corrispondente altezza e l'età, come nei pazienti con obesità.

Per quanto riguarda i rischi, è dimostrato che il rischio principale non per ottenere il desiderato dal risultato clinico due "paziente / medico" parti è l'errore nell'indicazione e tecnica chirurgica scelta.

Per un corretto risultato del trattamento, il primo passo volta sollevata qualsiasi procedura, è quello di eliminare e minimizzare malattie concomitanti o infezioni che possono aumentare il rischio di complicanze durante o dopo l'intervento chirurgico. Una volta che questi fattori e deciso di effettuare la procedura, i rischi sono gli stessi per qualsiasi intervento chirurgico, tuttavia in questo caso abbiamo trovato un elemento differenziale: prossimità dei tessuti e nervose neurologici radici e il midollo spinale.

I principali rischi in chirurgia spinale sono:

Possibilità di antibiotici infezione sono somministrati prima, durante e dopo l'intervento chirurgico per ridurre al minimo questa possibilità, anche se il rischio zero non esiste in qualsiasi intervento chirurgico. Su 100 pazienti, uno di essi può avere un'infezione.

Possibilità di infiammazione delle vene di inattività per essere in riposo a letto o una sedia, soprattutto nelle gambe. Per evitare questo problema sono riportati anticoagulanti (eparina) per facilitare il flusso di sangue. Le statistiche appaiono probabile che questa complicazione è ben al di sotto dell'1%.

Possibilità di danno neurologico: per eseguire un intervento chirurgico su un territorio dove ci sono gli elementi neurologici, possono soffrire per semplice manipolazione durante l'intervento chirurgico. Per evitare che ciò accada misure come vengono prese; controllare con immagini durante l'intervento chirurgico mediante fluoroscopia radio o controllare lo stato del tessuto nervoso durante l'uso, se la zona operata richiesto mediante tecniche neurofisiologiche. Nonostante tutte le misure adottate, vi è una bassa possibilità che questo disturbo post-operatorio, che è anche compare circa l'1%.

fibrosi post-chirurgica: è che il tessuto cicatriziale che si forma intorno alla radice del nervo nella profondità del tessuto, abbraccia e aderisce ad essa. La comparsa di questo processo è incontrollabile dal chirurgo, non può essere impedito in modo evidente.

Tutte queste complicazioni sono curabili, in ogni caso, e altri definitivo palliative, se si verificano nonostante le misure di prevenzione adottate.

 

A cura di Noelia García Pino

Publicado por: Noelia Pino García

Traumatologia a Barcelona
Fonte: articolo redacttato sulla base dell'esperienza e della carriera professionale del medico
*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione