Alzheimer: diagnosi e trattamento

Autore: Dr. Eugenio Lecanda Garamendi
Pubblicato:
Editor: Top Doctors®

demenza senile è il terzo problema di salute nei paesi sovrasviluppate dopo gli incidenti cardiovascolari e il cancro. Il pubblico, interesse biomedico e politico, aumentando di Alzheimer deriva dalla forte progressione verso l'alto della loro prevalenza nelle società occidentali.

L'aspettativa di vita di oltre 65 anni è aumentata fortemente negli ultimi decenni. L'aspettativa di vita nella società occidentale raggiunge 82 anni di vita, aumentando così in un quartiere, in modo che il rischio di grave demenza.

È ormai accettato che la demenza è un complesso di sintomi che possono essere causati da più di 70 differenti processi patologici. I sintomi della demenza includono perdita di memoria, la perdita di funzioni linguistiche, incapacità di pensiero astratto, l'incapacità di sé la cura della persona, disturbo della personalità, instabilità emotiva e la perdita del senso del tempo e spazio.

Queste caratteristiche differenziano la demenza di ritardo mentale che sono le facoltà mentali sono persi una volta acquisite ed esercitate per un lungo periodo, mentre in ritardo mentale non sono mai pienamente acquisita. Demenza differisce anche da delirio in cui si sviluppa con una caduta di cura e confusione temporanea accompagnata dalla perdita temporanea di alcune funzioni cognitive, secondo l'agente responsabile per l'immagine delirante.

Il primo record di una deficienza mentale senile nella legge è scritto in Solon greca intorno al 400 aC. A.Cornelius Celsius introdotto la demenza termini e il delirio nella sua opera De medicina romana.

Non è stato fino al 1906, quando Aloisius Alzheimer, un neurologo tedesco, ha mostrato il caso di un paziente di 51 anni con demenza, e ha trovato i cambiamenti neurofibrillari nel. Il paziente aveva rapida progressione della malattia disorientamento, perdita di memoria, gelosia, deficit percettivo, afasia, aprassia, agnosia parafasia, mania di persecuzione e. Scuola tedesca di Krepelín e poi scoperto Fisher chiama placche senili contenenti amiloide nel patologia cerebrale.

demenza senile è il terzo problema di salute nei paesi sovrasviluppati

Possibili cause del morbo di Alzheimer

Nonostante gli sforzi negli ultimi 20 anni per identificare i fattori coinvolti nella patogenesi della malattia di Alzheimer, la causa rimane ancora un enigma.

Per anni sono state considerate sei teorie eziopatogenetiche della malattia di Alzheimer:

- deficit colinergici

- difetto genetico

- L'accumulo di proteine ​​anomale

- agente infettivo, tossina ambientale

- deficit di flusso ematico cerebrale

- Il fattore traumatico e psicosociale secondaria.

Dal punto di vista genetico alcune famiglie mostrano un modello di ereditarietà è il caso di alcuni pazienti con esordio precoce prima dei 65 anni, che colpisce meno di un quarto dei pazienti con Alzheimer. E 'causata da mutazioni genetiche nei cromosomi 1,14, e 21.

Pur non essendo identificato un gene specifico nella malattia di Alzheimer in ritardo; fattori genetici svolgono un ruolo importante nello sviluppo della malattia.

Altri fattori sono indagati, come la presenza di alluminio, l'importanza della proteina tau livelli sinucleoteína o di sangue, tra gli altri.

Classificazione delle demenze

La ricerca scientifica del morbo di Alzheimer ha portato ad approfondire la classificazione delle demenze:

- taupatie. Esso è legato all'alterazione della proteina tau. Demenze tra cui il morbo di Alzheimer, la demenza frontotemporale, la demenza, paralisi sopranucleare progressiva, cortico-basale, del morbo di Pick, malattia di Creutzfeldt Jacob, Strausler di malattie Gersman e afasia progressiva primaria.

- Le synucleopathies. Esso comprende l'atrofia multisistemica, la degenerazione di nigro-striato, demenza associata alla malattia di Parkinson, olivopontocerebellar atrofia e la demenza con corpi di Lewy. La malattia di Parkinson è un rischio sei volte maggiore di sviluppare demenza rispetto alla popolazione sana.

I sintomi del morbo di Alzheimer

La malattia di Alzheimer ha sintomi diversi, sia cognitive e motori, come ad esempio:

- Amnesia

- lingua Asfasia

- Agnosia

- Nessun riconoscimento dei volti

- Apraxia da spogliatoio

- difficoltà di apprendimento

- Disorientamento

- contratture muscolari

- Convulsioni

- incoordinazione motoria

Alzheimer ha anche sintomi funzionali tra i quali:

- Difficoltà a piedi

- Difficoltà mangiare

- Difficoltà vestirsi e toelettatura

- difficoltà a tenere a casa

- la gestione finanziaria di difficoltà

La malattia può anche avvenire attraverso sintomi comportamentali quali:

- Gli attacchi furia

- episodi maniacali

- violenza

- Reazioni catastrofiche

- Disturbi del sonno

- Prowl

- Profanity

- Allucinazioni

- Disturbi sessuali

- disadattamento sociale

- Disturbi di personalità

Ci sono sintomi associati al morbo di Alzheimer trovato tra Delirium, il gusto, visiva e allucinazioni olfattive. Inoltre, alcuni sintomi generali includono sudorazione, stipsi, ipotensione e disturbi del sonno.

La diagnosi del morbo di Alzheimer

I test del processo diagnostico è un importante strumento diagnostico. Alcuni di questi test sono:

- amiloide Pet

- Scanner

- Spect

- la risonanza magnetica funzionale del cervello

- Spettroscopia cerebrale, eeg

- studio neuropsicologico

- Generali test della tiroide analitici, vit. b12, acido folico

- Analisi LCR: proteina beta-amiloide e tau

trattamento di Alzheimer

Ci sono diversi trattamenti per cercare di combattere l'Alzheimer. Generalmente basati su inibitori colisnesterasa acetil ed effetti bloccanti glutamanto. Alcune delle terapie più comunemente usati sono:

- la terapia stimolazione cognitiva. Psicoterapia e sostegno psicosociale sono essenziali specializzata nella gestione e nel trattamento della malattia di Alzheimer. Income in 24 ore o di residenza in giorno di cura sono necessari in alcuni casi.

- trattamenti Ricerche tentare di interferire con lo sviluppo di amiloidogenesi patologica e hanno provato differenti vaccini: come EB1D sperimentale, un nuovo immunogeno che crea anticorpi contro placche neuritiche dove proteina beta amiloide si accumula, neurolettici atipici a deliri e allucinazioni, così come i disturbi del comportamento. Anche della ricaptazione di serotonina e inibitori altri antidepressivi non triciclici.

- E 'anche importante per dare sostegno psicologico ai caregiver dei malati di Alzheimer.

Ci sono grandi aspettative per quanto riguarda il trattamento della malattia di Alzheimer, il maggiore investimento economico e sociale che sta già dando i suoi frutti.

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Dr. Eugenio Lecanda Garamendi
Neurologia

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Questo sito Web utilizza cookie propri e di terzi per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle pubblicità relative alle sue preferenze, nonché per analizzare le sue abitudini di navigazione..