5 punti chiave su ictus

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 11/10/2017 13:16
Fonte: Articolo redatto in base all’esperienza e alla carriera del medico

Un colpo è un disturbo del movimento del cervello che si verifica acutamente quando parte del cervello non riceve sangue e quindi fallisce. Essa può verificarsi sia perché occlude un vaso sanguigno e smettere di raggiungere e perché rompe un bicchiere, disegnare il sangue fuori di esso e produrre mancanza di irrigazione cerebrale.

Può verificarsi a qualsiasi età, ma, più a lungo una persona, la possibilità di sofferenza essere più alto. D'altra parte, anche se ci fosse stata sempre più frequente negli uomini che nelle donne, cambiamenti nello stile di vita, più sarà pari incidenza in entrambi i sessi.

I sintomi di ictus

Ictus può dare sintomi multipli, ma la principale di rilevarla sono tre:

  • Deviazione della commissura orale
  • inarticolato
  • Anestesia o goffaggine metà corpo

La combinazione di due di questi sintomi, soprattutto se appaiono all'improvviso, può significare che la persona sta avendo un ictus. Questa è la cosa principale per rilevare e andare a un pronto soccorso.

Altri sintomi possono includere andatura instabile o visione doppia, ma quelli di cui sopra sono i più importanti quando si tratta di rilevare.

 

Come a che fare con un colpo

Attualmente, il trattamento in fase acuta, cioè, quando ciò si verifica, poiché i trattamenti sono disponibili che può raggiungere, se si tratta di un ictus ischemico (da una mancanza di irrigazione) aperto è molto importante vetro.

Pertanto, la prima cosa da fare in questo momento viene rilevato è di andare al pronto soccorso, perché il problema è che questi trattamenti sono efficaci solo nelle prime ore e prima si fa, per meno tempo soffrirete il cervello e migliore sarà il risultato. Tenete a mente che in un cervello minuto può soffrire ischemia irreversibile, quindi prima si apre, più parte sarà in funzione.

 

Il trattamento di ictus

Ci sono due tipi principali di trattamento:

  • trombolisi endovenosa: essa consiste nell'iniettare una sostanza trombolitico per via endovenosa. Questa sostanza è un anticoagulante potente che agisce per aprire i vasi.
  • Intra - trombolisi arteriosa: ciò può essere fatto entro le prime sei ore. Consiste nel fare un catateterismo, raggiungere la zona occlusa e, utilizzando dispositivi speciali per rimuovere il coagulo e ripristinare la normale circolazione.

 

Come per prevenire ictus

Ci sono farmaci che potrebbero impedire un colpo quando si è già verificato, come analgesici o anti-coagulanti, e d'altra parte ci sono quelle abitudini sane:

  • ipertensione di controllo, il diabete e il colesterolo
  • Non fumare o assumere droghe
  • Evitare lo stress
  • Una dieta sana ed equilibrata per prevenire iperlipidemia (lipidi in eccesso nel sangue)

Così la raccomandazione principale è che le persone si preoccupano, mantenere sane abitudini, che è la cosa principale, perché prevenire è meglio che curare.

D'altra parte, se avete la sfortuna di subire un ictus, è importante essere consapevoli. Proprio come quando uno è il dolore toracico corre in ospedale, senza dubbio, una persona che ha difficoltà a parlare, una deviazione dalla bocca o imbarazzo per gestire corpo medio, ha a che fare lo stesso. Quanto prima si agisce specialisti neurologia nel trattamento di ictus, il più probabile per recuperare la parte danneggiata.

 

Postumi di ictus

Tenete a mente che l'ictus è la principale causa di disabilità nella popolazione generale. Come discusso in precedenza, la prima si può trattare l'ictus, meno possibilità ci saranno disabilità. Naturalmente, ci sono tratti che per la sua gravità, lasciano sequel e lasciare il paziente disattivato a seconda del grado in cui il cervello è danneggiato, mentre ci sono altri che, perché presto o perché non sono stati così ampia, non lasciano disabilità.

Neurologia presso Córdoba
*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Dr. Juan José Ochoa Sepúlveda
Neurologia

Dr. Ochoa Sepúlveda è un rinomato specialista in neurologia, che ha quasi 15 anni di esperienza. Un laureato dell'Università di Córdoba, ha continuato la sua carriera accademica e professionale presso l'Ospedale Universitario Reina Sofia di Cordoba, dove è capo del Servizio Neurologia, coordinatore del processo di cura ictus integrata e Coordinatore della malattia di consultazione Parkinson e Patologia extrapiramidali. Nel corso della sua lunga carriera ha anche servito presso l'Ospedale della University of Southern California a Los Angeles (USA), oltre ad avere fatte numerose pubblicazioni, tra cui il manuale sulla cura del paziente con Ictus Reina Hospital Sofia, che è stato il coordinatore, e ha partecipato come docente in diversi corsi e pratica supervisionata. Attualmente è un neurologo presso il Colón de Córdoba Clinic.

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


TOPDOCTORS utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la sua esperienza come utente nella nostra web e raccogliere dati statistici attraverso l'analisi dei suoi dati di navigazione. Se prosegue con la navigazione, ci dà il consenso all'uso dei cookie. Può modificare la configurazione dei cookie o trovare maggiori informazioni qui.